Archivi tag: circoscrizione

Impianto Sportivo Robaldo – Una nuova opportunità per Mirafiori Sud

Il 3 settembre 2018, nella sede della circoscrizione 2 di Mirafiori, si sono riunite la II + IV commissione. Alla commissione hanno partecipato gli architetti della società Torino Calcio i quali hanno illustrato e spiegato il progetto di ammodernamento dell’impianto sportivo Robaldo sito in strada Castello di Mirafiori. Questi campi sportivi erano una volta gestiti dal Nizza Millefonti alla quale è stata revocata la concessione nei primi mesi del 2014.Dal 2014 al 2016, e sino ad oggi, i campi sportivi sono rimasti privi di manutenzione. Lo stato di scarsa conservazione è ben visibile in loco. Nel 2016 l’amministrazione ha pubblicato un bando, vinto ed aggiudicato alla società Torino Calcio, per la riqualificazione dell’area che prevede la creazione di 4 campi in erba e uno sintetico e  nuove strutture/servizi quali spogliatoi e spalti.

L’investimento complessivo è stato di  1.120.000 euro.

L’analisi e sviluppo del progetto hanno evidenziato la necessita di rivedere la logistica del sito, che insiste su di una superficie complessiva di 48.200m², ed i criteri di sicurezza applicati ed applicabili.  Tutto ciò è stato possibile grazie alla partecipazione ad un tavolo tecnico comunale organizzato dall’Amministrazione comunale che ha visto la partecipazione dell’assessorato allo sport, delle sezioni urbanistica/patrimonio e verde pubblico, degli uffici competenti della circoscrizione e della Società Torino Calcio.

Le parti hanno in conclusione convenuto quanto nel seguito elencato:

  • la strada che divideva il campo 4 e 5 verrà traslata ad ovest per consentire la chiusura del lotto collegando gli impianti una volta divisi,
  • i campi saranno tutti con manto ad erba sintetica,
  • gli spalti saranno costituiti da due gradinate
  • il basso edificio, che sorgerà all’angolo con via Artom, ospiterà
    • gli spogliatoi, di dimensioni conformi ai requisiti del CONI,
    • una palestra e
    • un punto ristoro.

La nuova progettazione porrà particolare attenzione all’impatto ambientale in considerazione del fatto che la locazione è prossima al parco fluviale del Sangone, applicando criteri di eco-sostenibilità . Il progetto prevede quindi il mantenimento di tutti gli alberi già presenti, la realizzazione di impianti di raccolta delle acque piovane utilizzabili per l’irrigazione delle aree a verde, l’impiego di pannelli fotovoltaici per l’auto-generazione di energia elettrica, gli edifici saranno costruiti con facciate ventilate.

La nuova versione del progetto costerà alla società Torino Calcio circa 4 milioni di euro. In virtù di ciò il regolamento comunale prevede l’estensione della concessione fino a 30 anni con assegnazione alla circoscrizione del campo 5 che verrà realizzato con lo scopo di ospitare le scuole ed attrezzato per lo svolgimento di attività sportive per disabili.

Una triste esperienza al Consiglio di Circoscrizione della 2.

Oggi ho partecipato al Consiglio di Circoscrizione della 2.
Simpatizzo per il Movimento ma vorrei esaminare oggettivamente cosa è accaduto oggi alla seduta del Consiglio di Circoscrizione e rendervene partecipi.

Sulla scorta di quanto accaduto il 20 gennaio 2016, il gruppo Consiliare del Movimento 5 Stelle ha accolto e portato in Consiglio una Mozione per impegnare la Giunta a presentare un piano che desse evidenza ai Cittadini, in sede di commissioni congiunte, di come la Circoscrizione intederà impegnare le risorse ordinarie attribuite dal Comune.
I consiglieri del M5S hanno richiesto di poter farmi parlare per rappresentare personalmente, anche ai nuovi Consiglieri della 2 i contenuti della Mozione (QUI IL TESTO).

Con mia grande sorpresa ed entusiasmo il Consiglio all’ unanimità ha accettato di concedermi la parola. Continua a leggere

Il LIDL traslocato

Ieri, 28 NOVEMBRE 2016, nella sede di Mirafiori, il vicesindaco e assessore all’urbanistica Montanari è venuto a illustrarci il progetto del nuovo insediamento LIDL nella nostra circoscrizione; fortunatamente la scelta del movimento 5 stelle è quella di far partecipare le circoscrizioni e non come in passato in cui i progetti venivano mostrati solo al loro compimento senza la condivisione col territorio.
Ci sono state alcune critiche da consiglieri e da cittadini per il fatto che in campagna elettorale il movimento 5 stelle si era schierato contro l’apertura di nuovi centri commerciali; potremmo ora disquisire sulle terminologie, piccola, media distribuzione contro supermercati o ipermercati (come l’Esselunga di corso Traiano o l’ipercoop di Beinasco), ma sarebbe una presa in giro.
É vero, un LIDL prenderà il posto dell’edificio abbandonato (ex stamperia AGES) situato in via Pio VII angolo corso Traiano, ma non sarà aggiunto ai distributori commerciali esistenti perché si tratterà del trasloco dell’esistente di via Palma di Cesnola a pochi metri che si sposterà in questa struttura poco più grande.
La grandezza è un fatto molto importante in questo progetto, per la legge 106 (decreto sviluppo, lo stesso usato per l’abbattimento del bowling di Mirafiori a favore del Mercató) il supermercato poteva arrivare a 4000mq di superficie commerciale ma contrattando con il comune si è arrivati alla metà, lasciando più spazio al pubblico; la copertura sarà in parte dotata di pannelli fotovoltaici e per la restante di manto erboso. La proprietà investirà 850.000€ in oneri risistemando le ciclabili, i marciapiedi, i semafori, e la provvederà alla messa in ordine della strada adiacente Basse di Lingotto che non era provvista ne di illuminazione ne di asfaltatura.

Lidl corso Traiano

Lidl corso Traiano

Si, ma si tratta sempre di un supermercato… Esatto, ed è collegato col grosso problema che si trova ad affrontare l’amministrazione, il bilancio comunale 2016! Purtroppo queste delibere, partite dalla precedente amministrazione e non contrastabili se non con la perdita di oneri e il pagamento di penali, sono già state inserite nel bilancio 2016; tra l’altro solo a fine anno sapremo quanto sia corrispondente a quanto detto dai vecchi inquilini del comune riguardante il debito della città, ci aspettiamo putroppo un grosso buco.
C’erano alternative? Non lo so, ma quando si vede che l’assessore al bilancio Rolando ritratta quasi quotidianamente mutui contratti dalla città e con semplicità esce dalla banca con la rata dimezzata, ci fa capire che forse chi ha amministrato precedentemente non l’ha fatto da “buon padre di famiglia”.
Poi c’è stata una piccola polemica sul fatto che la commissione fosse avvenuta prima nella circoscrizione 8 (l’esatta zona dove sorgerà l’edificio è nell’angolo del confine tra la circoscrizione 2 e 8), la portata del LIDL sarà a metà tra i due quartieri e forse sarebbe stato corretto convocare una sola commissione congiunta ma si è preferito fare polemica sui soldi spesi per i gettoni di presenza; a breve avremo due commissioni su car sharing privati, abbiamo proposto di accorparle o eliminarle per risparmiare il doppio dei soldi “persi” ma non sappiamo se il vicepresidente della nostra circoscrizione vorrà farlo.