Un’altra mozione sulla TRASPARENZA bocciata

 

 

 

 

 

Ieri  9 novembre 2017, in Consiglio di Circoscrizione 2 il Partito Democratico ha bocciato una nostra mozione che aveva l’intento di rendere più trasparente il processo di erogazione dei contributi. La Circoscrizione infatti eroga contributi a delle associazioni ma noi consiglieri veniamo a conoscenza solo delle associazioni già scelte e decise a cui erogare i soldi ma tutti i progetti pervenuti alla Circoscrizione sono a noi consiglieri ignoti e così anche le modalità e criteri di selezione e scelta.
Spesso vengono erogati dei contributi alle stesse associzioni per anni in continuità e questo è uno dei motivi che crea sfiducia dei cittadini nei confronti delle istituzioni perché non sono invogliati a partecipare perché pensano che tanto sia già tutto deciso. A volte invece non sono semplicemente pervenuti altri progetti oltre a quello selezionato. Manca quindi INFORMAZIONE. Per questo con questa mozione abbiamo chiesto l’istituzione di un pubblico registro dove inserire tutti i progetti arrivati in Circoscrizione, quelli scelti e quelli scartati, all’insegna della TRASPARENZA. Ovviamente la TRASPARENZA non va ancora di moda e la mozione è stata bocciata. Questo muro che separa i cittadini dalle decisioni dei loro rappresentanti va abbattuto!!!

30 settembre 2017 – Pulizia del giardino di via Monastir / Candiolo

Questa mattina, dalle 9 alle 12, abbiamo aiutato alcuni cittadini a pulire il parco di via Monastir / Candiolo.

Durante la pulizia abbiamo trovato di tutto, da pezzi di auto, a flaconi di shampoo, cinture, preservativi, addirittura una patente e tessera sanitaria che però siamo riusciti a riconsegnare al legittimo proprietario.

Qualche incivile aveva improvvisato un bel falò e abbiamo rimosso un numero infinito di cicche di sigarette e un bel quantitativo di deiezioni canine, insopportabili in un parco giochi dedicato ai bambini.

Durante la pulizia altri cittadini si son fermati per chiederci cosa facessimo e alcuni ci hanno chiesto di avvertire la prossima volta per poter partecipare.
Il parco è di tutti ma per qualche maleducato diventa sporco e pericoloso (c’erano anche molti cocci di vetro), una volta c’era un signore che si occupava della chiusura notturna ma, dopo la sua morte, nessuno ha preso il suo posto.

Auspichiamo che si possa trovare una soluzione per questo problema, con un altro cittadino, un comitato o l’intervento dei vigili urbani.

 

Ostruzionismo

Questa mattina siamo tornati a casa alle 3:00 dopo aver iniziato il consiglio circoscrizionale alle 19:00 il giorno prima.

Come mai così tardi? Il gruppo del movimento 5 stelle e parte della minoranza ha portato avanti una protesta composta da emendamenti ostruzionistici, una delle poche armi in mano all’opposizione, per arginare il protrarsi del comportamento tenuto dalla maggioranza e dalla presidente secondo noi (e parte della maggioranza stessa) non consono al normale rapporto tra consiglieri.

Le delibere sulla concessione delle bocciofile son state nuovamente rimandate al prossimo consiglio per mancanza della documentazione richiesta la scorsa settimana, e fino alle 00:30 siamo stati fermi sulla terza deliberazione, mentre il consiglio perdeva pezzi di maggioranza e minoranza.

Poi, grazie ad una capigruppo “notturna” e ad un impegno della presidente nel migliorare e normalizzare i rapporti del consiglio, senza chiedere nient’altro in cambio noi e il consigliere di “Torino in Comune” abbiamo ritirato gli emendamenti, discutendo e votando via via i punti presenti nell’ordine del giorno, 8 della minoranza e 9 della maggioranza, fino alle 2:20.

La scorsa notte abbiamo tenuto il numero legale noi dato che la maggioranza era di nuovo sotto i 13 consiglieri, non volevamo che la nostra circoscrizione finisse nuovamente sulla stampa per questioni di malgoverno, non siamo stati sulle barricate per principio, abbiamo concesso una mediazione confidando nella promessa della presidente Bernardini e nel fatto che d’ora in poi tutto funzionerà nel modo migliore nell’interesse generale e dei cittadini.

Incontro pubblico con l’assessore Unia sulla ciclopista di via Plava

L’incontro di questa sera, organizzato dall’Assessorato all’ambiente sul tema della costruzione del proseguimento della ciclopista di via Plava, è stato partecipato dai cittadini che sono venuti in via Negarville a parlare liberamente con l’assessore Alberto Unia.

Presenti anche gli uffici deputati alla realizzazione dell’opera, che hanno risposto alle molte domande e perplessità dei partecipanti.

L’Assemblea si è svolta con un buon clima, molti hanno plaudito alla costruzione della pista, altri hanno mosso qualche critica per la nuova distribuzione dei parcheggi e soprattutto per la necessità di avere un controllo più serrato delle forze dell’ordine.

Sono arrivati anche alcuni suggerimenti per quanto riguarda il percorso dei mezzi pubblici, sull’eventualità di pedonalizzare piazzetta Jona davanti alle scuole e istituire una zona di disco orario nella piazza della chiesa per avere un ricambio più frequente delle auto in sosta.

Siamo fieri di avere assessori e la sindaca che incontrano i cittadini e organizzano queste serate anche su temi divisivi, saper ascoltare è fondamentale per fare bene.

 

Gruppo consiliare M5S circoscrizione 2

 

Sala polivalente via Negarville

La Circoscrizione 2 delibera e si salva…

Dopo 4 mesi dall’ultima delibera in Circoscrizione 2, dopo 3 consigli consecutivi saltati per mancanza di numero legale, dopo aver finito i lavori prevacanzieri prima delle altre circoscrizioni e averli ripresi dopo, la Presidente ha convocato il Consiglio circoscrizionale URGENTE , che si tenuto ieri sera alle 19.50h. Perché URGENTE se c’era tutto il tempo di convocarlo in questi mesi? il motivo è il COMMISSARIAMENTO, ovvero l’anticamera dello scioglimento, tutti a casa insomma. Questo perché se una Circoscrizione non produce delibere per 90 giorni viene sciolta e la nostra Circoscrizione è arrivata all’apice dell’immobilismo per via delle lotte politiche interne del PD presenti sin dal giorno dell’insediamento. Questo immobilismo ha portato alla inefficienza di questa circoscrizione che negli ultimi giorni ha rappresentato solo un costo a carico dei cittadini, con perenni commissioni e in completa assenza di attività deliberativa che è il compito principale di una amministrazione democratica.

Volutamente noi Consiglieri di Circoscrizione 2 del Movimento 5 Stelle non abbiamo in alcun modo partecipato alla bagarre sulle lotte interne del PD o a ipotesi di alleanze/accordi sottobanco per assegnare poltrone, cosa che abbiamo sempre respinto a tutti i livelli.

Alla fine ieri la Presidente ha salvato la Circoscrizione dal Comissariamento grazie al passaggio di una delibera con la tregua armata del suo partito giusto per superare lo scoglio, e rimandando tutte le altre delibere al prossimo Consiglio (menomale che era urgente! ).

Intanto auguriamo a tutti Buone feste, visto che forse la prossima delibera arriverà tra altri 90 giorni, sotto la neve del Natale.

GIOVEDÌ 21 SETTEMBRE ALLE ORE 21, INCONTRO PUBBLICO CICLOPISTA VIA PLAVA

GIOVEDÌ 21 SETTEMBRE ALLE ORE 21, presso la sala polivalente di via Negarville 30/2a

Visto che dalla circoscrizione 2 non arriva nessun seguito e segnale di interesse sul tema, dopo la commissione comunale e quella richiesta in circoscrizione prima delle vacanze, ci sarà un incontro pubblico organizzato dall’assessorato all’ambiente nel corso del quale saranno illustrati i lavori previsti per la realizzazione della nuova pista ciclabile di via Anselmetti e via Plava.

Sarà presente l’assessore al verde Alberto Unia e gli uffici tecnici della città.

 

Consiglio circoscrizionale URGENTE.. Per chi?

Dopo 4 mesi dall’ultima delibera in circoscrizione 2, dopo 3 consigli consecutivi saltati per mancanza di numero legale, dopo aver finito i lavori pre-vacanzieri prima delle altre circoscrizioni e averli ripresi dopo, la presidente oggi ha convocato il consiglio circoscrizionale in modo URGENTE per DOMANI alle 19:50.
Premesso che visto l’ordine del giorno IDENTICO all’ultimo pre-vacanze c’era tutto il tempo di convocarlo la scorsa settimana, perchè utilizzare la modalità DI URGENZA?
QUALI SONO LE COMPROVATE MOTIVAZIONI DELL’URGENZA?
Ma poi se il ritrovo del consiglio è stato stabilito dalla capigruppo nel giorno di giovedì, PERCHE’ DI MERCOLEDI? E poi, se si era deciso e sempre rispettato l’orario delle 18, max 18:30, PERCHE’ ALLE 8 MENO DIECI?
Convocare un consiglio a quell’ora con ben 11 punti all’ordine del giorno e 9 documenti da discutere e votare (6 delibere, 2 mozioni e 1 odg) non è il preludio ad una fine anticipata?
Forse la presidente mira solo a CONQUISTARE una delibera così da INTERROMPERE LA SEQUENZA DI GIORNI DI INATTIVITA’ PER NON INCORRERE IN SANZIONI DA PARTE DEL COMUNE?
Quella parte di maggioranza che fin’ora le ha dato battaglia con le assenze, questa volta TERRA’ IL NUMERO LEGALE IN CAMBIO DI QUALCHE FAVORE O SEGGIOLA ALL’INTERNO DELLA GIUNTA?
Noi come al solito NON CI STIAMO a questo comportamento da VECCHIA REPUBBLICA che pensa alle POLTRONE al posto del TERRITORIO e dei CITTADINI.

Senza parere, di nuovo

Ieri, giovedi 6 luglio 2017, si è tenuto il consiglio della Circoscrizione 2 nella sede di Mirafiori. L’ordine del giorno era composto da due interpellanze, il parere sulla delibera comunale che finalmente trasformerà smat in azienda di diritto pubblico e un ordine del giorno firmato dalla minoranza per chiedere la votazione delle delibere di concessione in consiglio.
Le due interpellanze si sono svolte normalmente, subito prima dell’aperura del consiglio ci sono state delle comunicazioni della presidente e poi di altri consiglieri, tra cui la nostra Rita Grimaudo, che sono sfociate in schermaglie a proposito delle commissioni svolte nei giorni precedenti, doppie convocazioni che in realtà erano una il proseguimento dell’altra e la commissione di mercoledì in cui si distribuivano più di 79.000 euro ma i cui gli allegati erano stati inviati poche ore prima.
Dopo l’appello si è iniziato a parlare del parere sulla trasformazione di smat, sempre la nostra consigliera Grimaudo ha elencato punto per punto la non fondatezza del parere contrario della maggioranza, smontando tutta la tesi per cui ora smat spa sia come un’azienda con fini pubblici.
La cosa divertente è che nel 2013 le circoscrizioni 2 e 10 avevano già discusso un parere identico che però non era sfociato nella trasformazione; ebbene questo parere era positivo.
Ci siamo chiesti come fosse possibile che la metà dei consiglieri che erano presenti nel 2013 avessero votato positivamente alla trasformazione, tra cui la presidente, mentre ora si dichiaravano completamente contrari, forse solo perche il proponente non è più il loro partito?
Ciliegina sulla torta, per l’ennesima volta la circoscrizione 2 non ha palesato un parere perché poco dopo è caduto il numero legale per mancanza della maggioranza e si è chiuso il consiglio senza arrivare a votazione.

ACQUA PUBBLICA

Martedi 27 da noi in circoscrizione si discute di Acqua Pubblica, partecipiamo ai lavori…..

Nonostante il mainstream il MoVimento si muove verso gli obbiettivi del suo programma.

Newsletter n. 105 – 25 Giugno 2017 – Edizione Straordinaria

DELIBERA DI TRASFORMAZIONE SMAT:

INCONTRI DI APPROFONDIMENTO  

Lunedi 26 giugno ore 21 in Via Ormea 121 Torino

nei giorni a seguire la delibera sarà presentata e discussa nelle sedi di Circoscrizione in base all’elenco sotto riportato

La delibera  sarà discussa nelle sedi circoscrizionali in base al seguente calendario:

Circoscrizione 4 – lunedi 26 Giugno ore 20,30 .  Via Servais 5

Circoscrizione 2 – martedi 27 giugno ore 18 presso Cascina Giaione Via Guido Reni 102

Circoscrizione 1 – mercoledi 28 Giugno 2017 ore 18 Via Bertolotti 10

Circoscrizione  5 – giovedi 29 Giugno 2017 ore 18 – Via Stradella 192

Circoscrizione 7 – giovedi 29 Giugno ore 18 – C-so Vercelli 15

 

La voce del Cartone

Questa sera, 25 maggio 2017, si è tenuto il consiglio in Circoscrizione 2 che prevedeva la discussione di un Ordine del Giorno per la riscrittura del decentramento sottoscritta da tutti i consiglieri di minoranza (Movimento 5 Stelle, Torino in Comune, Lista civica La Piazza, Forza Italia, Direzione Italia, Lista civica Federalista).

Il nostro gruppo politico insieme agli altri consiglieri di minoranza ha approfittato della presentazione di questo Ordine del Giorno per fare una manifestazione in aula contro la poca trasparenza e il ruolo marginale a cui i Consiglieri circoscrizionali sono di fatto oggi relegati.

Il ruolo dei Consiglieri è si snaurato e limitato dal Regolamento del Decentramento (approvato dall’amministrazione Fassino) ma è altresì privato dei pochi poteri rimanenti dall’attuale Presidente e Giunta circoscrizionale che accentrano decisioni e potere su se stessi, senza curarsi della partecipazione.

Questa sera durante la lettura del comunicato stampa (consultabile nella foto allegata) abbiamo esposto dei cartonati con le nostre sagome a rappresentarci, perché di fatto poco cambia dall’essere presenti fisicamente.

Il Partito Democratico ha deciso di approvare l’ordine del giorno della minoranza per evitare una spaccatura interna visto che I due consiglieri dei Moderati erano disposti a votare a favore e Alcuni consiglieri del Pd erano pronti ad astenersi, ma sia chiaro che la Presidente a la giunta usano i difetti del decentramento a loro uso e consumo favorevole.

L’ordine del giorno per la riscrittura del Decentramento è passato ma non sarà di certo riscritto domani, o in una settimana o in un mese. Quello che inevce può cambiare da domani è l’atteggiamento di questa amministrazione di quartiere, che deve garantire la rappresentatività in aula di tutte le forze politiche elette democraticamente dai cittadini.

E’ passato un anno da quando la Città di Torino ha voluto lanciare un segnale forte contro questo sistema e modalità di amministrazione. Ma nonostante la sconfitta e la perdita del Comune la lezione non è stata appresa e si continua ad amministrare nel medesimo modo nelle Circoscrizioni, ancora a maggioranza PD.

Se una collaborazione delle parti non sarà possibile, se le mozioni che presenteremo (uno dei pochi strumenti che abbiamo) continueranno ad essere bocciate senza essere analizzate nel merito oppure sottoposte alla logica degli schieramenti, se la Circoscrizione 2 continuerà a non rilasciare Pareri al Comune di Torino, se si continuerà ad azzerare il dibattito, ad elargire contributi alle associazioni senza tenere conto delle perplessità esposte dalle altre forze politiche, se non si elaboreranno documenti condivisi e se non si comunicheranno le iniziative comunali sul territorio anche alla minoranza noi continueremo nella nostra protesta fin quando non si arriverà alla caduta di questa amministrazione Circoscrizionale.

Augurandoci un cambiamento,

i consiglieri del Movimento 5 Stelle