Archivi categoria: Politica

Senza parere, di nuovo

Ieri, giovedi 6 luglio 2017, si è tenuto il consiglio della Circoscrizione 2 nella sede di Mirafiori. L’ordine del giorno era composto da due interpellanze, il parere sulla delibera comunale che finalmente trasformerà smat in azienda di diritto pubblico e un ordine del giorno firmato dalla minoranza per chiedere la votazione delle delibere di concessione in consiglio.
Le due interpellanze si sono svolte normalmente, subito prima dell’aperura del consiglio ci sono state delle comunicazioni della presidente e poi di altri consiglieri, tra cui la nostra Rita Grimaudo, che sono sfociate in schermaglie a proposito delle commissioni svolte nei giorni precedenti, doppie convocazioni che in realtà erano una il proseguimento dell’altra e la commissione di mercoledì in cui si distribuivano più di 79.000 euro ma i cui gli allegati erano stati inviati poche ore prima.
Dopo l’appello si è iniziato a parlare del parere sulla trasformazione di smat, sempre la nostra consigliera Grimaudo ha elencato punto per punto la non fondatezza del parere contrario della maggioranza, smontando tutta la tesi per cui ora smat spa sia come un’azienda con fini pubblici.
La cosa divertente è che nel 2013 le circoscrizioni 2 e 10 avevano già discusso un parere identico che però non era sfociato nella trasformazione; ebbene questo parere era positivo.
Ci siamo chiesti come fosse possibile che la metà dei consiglieri che erano presenti nel 2013 avessero votato positivamente alla trasformazione, tra cui la presidente, mentre ora si dichiaravano completamente contrari, forse solo perche il proponente non è più il loro partito?
Ciliegina sulla torta, per l’ennesima volta la circoscrizione 2 non ha palesato un parere perché poco dopo è caduto il numero legale per mancanza della maggioranza e si è chiuso il consiglio senza arrivare a votazione.

ACQUA PUBBLICA

Martedi 27 da noi in circoscrizione si discute di Acqua Pubblica, partecipiamo ai lavori…..

Nonostante il mainstream il MoVimento si muove verso gli obbiettivi del suo programma.

Newsletter n. 105 – 25 Giugno 2017 – Edizione Straordinaria

DELIBERA DI TRASFORMAZIONE SMAT:

INCONTRI DI APPROFONDIMENTO  

Lunedi 26 giugno ore 21 in Via Ormea 121 Torino

nei giorni a seguire la delibera sarà presentata e discussa nelle sedi di Circoscrizione in base all’elenco sotto riportato

La delibera  sarà discussa nelle sedi circoscrizionali in base al seguente calendario:

Circoscrizione 4 – lunedi 26 Giugno ore 20,30 .  Via Servais 5

Circoscrizione 2 – martedi 27 giugno ore 18 presso Cascina Giaione Via Guido Reni 102

Circoscrizione 1 – mercoledi 28 Giugno 2017 ore 18 Via Bertolotti 10

Circoscrizione  5 – giovedi 29 Giugno 2017 ore 18 – Via Stradella 192

Circoscrizione 7 – giovedi 29 Giugno ore 18 – C-so Vercelli 15

 

La voce del Cartone

Questa sera, 25 maggio 2017, si è tenuto il consiglio in Circoscrizione 2 che prevedeva la discussione di un Ordine del Giorno per la riscrittura del decentramento sottoscritta da tutti i consiglieri di minoranza (Movimento 5 Stelle, Torino in Comune, Lista civica La Piazza, Forza Italia, Direzione Italia, Lista civica Federalista).

Il nostro gruppo politico insieme agli altri consiglieri di minoranza ha approfittato della presentazione di questo Ordine del Giorno per fare una manifestazione in aula contro la poca trasparenza e il ruolo marginale a cui i Consiglieri circoscrizionali sono di fatto oggi relegati.

Il ruolo dei Consiglieri è si snaurato e limitato dal Regolamento del Decentramento (approvato dall’amministrazione Fassino) ma è altresì privato dei pochi poteri rimanenti dall’attuale Presidente e Giunta circoscrizionale che accentrano decisioni e potere su se stessi, senza curarsi della partecipazione.

Questa sera durante la lettura del comunicato stampa (consultabile nella foto allegata) abbiamo esposto dei cartonati con le nostre sagome a rappresentarci, perché di fatto poco cambia dall’essere presenti fisicamente.

Il Partito Democratico ha deciso di approvare l’ordine del giorno della minoranza per evitare una spaccatura interna visto che I due consiglieri dei Moderati erano disposti a votare a favore e Alcuni consiglieri del Pd erano pronti ad astenersi, ma sia chiaro che la Presidente a la giunta usano i difetti del decentramento a loro uso e consumo favorevole.

L’ordine del giorno per la riscrittura del Decentramento è passato ma non sarà di certo riscritto domani, o in una settimana o in un mese. Quello che inevce può cambiare da domani è l’atteggiamento di questa amministrazione di quartiere, che deve garantire la rappresentatività in aula di tutte le forze politiche elette democraticamente dai cittadini.

E’ passato un anno da quando la Città di Torino ha voluto lanciare un segnale forte contro questo sistema e modalità di amministrazione. Ma nonostante la sconfitta e la perdita del Comune la lezione non è stata appresa e si continua ad amministrare nel medesimo modo nelle Circoscrizioni, ancora a maggioranza PD.

Se una collaborazione delle parti non sarà possibile, se le mozioni che presenteremo (uno dei pochi strumenti che abbiamo) continueranno ad essere bocciate senza essere analizzate nel merito oppure sottoposte alla logica degli schieramenti, se la Circoscrizione 2 continuerà a non rilasciare Pareri al Comune di Torino, se si continuerà ad azzerare il dibattito, ad elargire contributi alle associazioni senza tenere conto delle perplessità esposte dalle altre forze politiche, se non si elaboreranno documenti condivisi e se non si comunicheranno le iniziative comunali sul territorio anche alla minoranza noi continueremo nella nostra protesta fin quando non si arriverà alla caduta di questa amministrazione Circoscrizionale.

Augurandoci un cambiamento,

i consiglieri del Movimento 5 Stelle

Il parere del ponte lungo

Oggi 13 aprile alle 18:30 si è tenuto il consiglio circoscrizionale con un solo punto all’ordine del giorno: “Parere sul bilancio di previsione finanziario 2017-2019”.

Per il Comune di Torino era presente l’assessore al Bilancio Rolando, c’era qualche cittadino incuriosito, e tutta la minoranza era presente. Ma la maggioranza…. Continua a leggere

CIRCOSCRIZIONE 2 IN MOVIMENTO 5 STELLE

La serata organizzata dagli attivisti della “2” è stata un successo inatteso. Pur considerando la Location non agevolmente accessibile, ed alquanto periferica, a dover di cronaca possiamo favorevolmente riportare notizia della cospicua partecipazione e dell’alta qualità degli interventi/argomenti proposti in sede di dibattito dai cittadini.

Si è parlato di riorganizzazione dei trasporti e della loro sicurezza e delle inefficienze, dei problemi e delle nuove politiche dei parcheggi per i disabili, del bike sharing e dello sviluppo e rivalutazione delle periferie che ospitano giovani studenti e di come rendere loro più agevole raggiungere i poli di studio, delle opere progettate e da realizzare per le piste ciclabili ma non più coerenti con le esigenze locali, dell’incidenza dei Continua a leggere

Una triste esperienza al Consiglio di Circoscrizione della 2.

Oggi ho partecipato al Consiglio di Circoscrizione della 2.
Simpatizzo per il Movimento ma vorrei esaminare oggettivamente cosa è accaduto oggi alla seduta del Consiglio di Circoscrizione e rendervene partecipi.

Sulla scorta di quanto accaduto il 20 gennaio 2016, il gruppo Consiliare del Movimento 5 Stelle ha accolto e portato in Consiglio una Mozione per impegnare la Giunta a presentare un piano che desse evidenza ai Cittadini, in sede di commissioni congiunte, di come la Circoscrizione intederà impegnare le risorse ordinarie attribuite dal Comune.
I consiglieri del M5S hanno richiesto di poter farmi parlare per rappresentare personalmente, anche ai nuovi Consiglieri della 2 i contenuti della Mozione (QUI IL TESTO).

Con mia grande sorpresa ed entusiasmo il Consiglio all’ unanimità ha accettato di concedermi la parola. Continua a leggere

AxTO per la “2” (Azioni per le periferie torinesi)

Il progetto presentato dal Comune di Torino, con scadenza critica al 31/08/2016, a due mesi dall’insediamento ufficiale della nuova compagine amministrativa,è stato appprovato dal Governo, ed ha ottenuto un finanziamento di 18 milioni di euro per un intervento complessivo pari a 41 milioni di euro.

È stato quindi compiuto il primo passo importante del “progetto periferie”, in linea con il programma presentato dal Movimento 5 Stelle di Torino alle consultazioni politiche comunali di maggio/giugno 2016, Nel seguito potete trovare Continua a leggere

Fondazione DARE (indietro)

Questa sera siamo il Consiglio della Circoscrizione è terminato alle ore 22:00.

Sono state discusse molte interpellanze tra cui quella presentata dal Gruppo Consiliare del M5S che, come oggetto, chiedeva conto delle delibere di Giunta mai comunicate. L’interpellanza è stata presentata più di un mese fa, ma sembra che si aspettino 30 giorni, o più, per mettere le richieste della minoranza nell’ordine del giorno…
Il punto forte della serata è stata la mozione sottoscritta da tutta la minoranza e presentata dal consigliere Bossuto per la revoca degli spazi, la richiesta di risarcimento, nei confronti della “Fondazione DARE” che opera da tempo nella circoscrizione 2, prendendo molti soldi pubblici ma con progetti falliti da anni, documenti mai presentati, canoni mai restituiti e bollette mai pagate.

Continua a leggere

Inopportuno: La Fondazione e la palestra PD

Inopportuno agg. [dal lat. tardo inopportunis, comp. di in2 e opportunus «opportuno»]. – Non opportuno, non conveniente a un momento, a una situazione particolare. Anche riferito a persona, che si dimostra priva del senso di opportunità, di discrezione, o che agisce in modo intempestivo.

 

Alcuni cittadini ci hanno fatto notare un evento che si terrà la prossima settimana, sabato 5 novembre 2016, nella zona di Mirafiori; questo evento si terrà nel pomeriggio e raggrupperà alcuni progetti patrocinati dalla circoscrizione 2, Fondazione della comunità di Mirafiori ONLUS, Miramap, Mirafiori Social Green, e il Comitato Mirafiori Borgata.

La Fondazione Mirafiori onlus (dal loro sito) raccoglie fondi pubblici e privati per contribuire a migliorare dal punto di vista ambientale e sociale il quartiere di Mirafiori, sostenere i processi di trasformazione avviati, accrescere l’uguaglianza di accesso alle opportunità dei suoi abitanti, prediligendo modalità di intervento che coinvolgono attivamente i destinatari; (…) Eroga annualmente stanziamenti per servizi e progettualità sul territorio; (…) Promuove politiche di sviluppo locale del quartiere, anche attraverso le attività realizzate dalla Casa nel Parco.

La Fondazione Mirafiori intercetta fondi dal comune, dalla circoscrizione e dalle donazioni dei privati per poi finanziare attività come appunto Miramap (sito web di segnalazioni sul territorio) e Mirafiori Social Green (12 associazioni per l’educazione ambientale e la promozione della produzione alimentare). Essendo molto attiva sul territorio, negli ultimi anni la fondazione ha ricevuto dal comune e soprattutto dalla circoscrizione ex10 contributi per circa 118.000€ e ne ha erogati, dai dati sul proprio sito, quasi 600.000€.

L’evento segnalato, promosso e sponsorizzato dalla Fondazione (nel cui direttivo sono presenti la Compagnia S.Paolo, il Comune e  la Circoscrizione 2) e dai progetti patrocinati dalla circoscrizione, non avverrà in un locale circoscrizionale, non in un locale della fondazione, bensì nella palestra di proprietà dell’attuale capogruppo PD in circoscrizione 2.

Una istituzione come la Fondazione, a cui la circoscrizione eroga ogni anno contributi, è lecito che presti il fianco per queste attività che, avranno anche tra gli scopi quello divulgativo della storia di Mirafiori, ma serviranno a dare visibilità ad una attività privata e a scopo di lucro a gestione famigliare del capogruppo del Partito Democratico? 

Non si poteva utilizzare uno dei tanti spazi della circoscrizone 2 o uno fra quelli promossi dalla Fondazione come la Casa Nel Parco?

Non sarà illecito, ma sicuramente inopportuno.