Archivi categoria: Organizzazione

La circoscrizione più pazza del mondo

30 luglio 2019, ore 19:00, siamo in aula di consiglio della circoscrizione 2 a Mirafiori, il consiglio che abbiamo chiesto di convocare utilizzando le firme di un quinto dei consiglieri circoscrizionali.
All’interno dell’ordine del giorno ci sono le nostre due mozioni che sono state presentate a MARZO e mai discusse, e altri punti tra cui tre delibere di progetti presentati da associazioni e comitati di quartiere.
Prima dell’apertura del consiglio la presidente Bernardini ha comunicato a microfono che la maggioranza era presente con responsabilitá nonostante le defezioni di 5 consiglieri e che avrebbero tenuto il numero legale.
Poi ha aggiunto che avrebbero ritirato le 3 delibere.
Noi siamo rimasti sbigottiti come molti della maggioranza, tanto che Genco, capogruppo dei moderati, ha chiesto una riunione di maggioranza dato che la decisione non era stata condivisa.

Dopo 20 minuti sono ritornati e la presidente ha ribadito lo spostamento delle delibere al primo consiglio di settembre mentre Genco ha ribattuto che il gruppo dei moderati era contrario alla decisione e che sarebbe nato un PROBLEMA POLITICO.
Subito dopo la capogruppo del PD Ferrero e i consiglieri Demartino e Prisco sono andati via dall’aula.

Ora piú che mai é PALESE il problema della maggioranza della circoscrizione 2, é palese la RESPONSABILITA’ della presidente e dei consiglieri che la seguono in questa gestione assurda di un territorio che meriterebbe molto di piú.

20:40 Dopo la votazione delle nostre mozioni, 1- inserimento delle registrazioni dei consigli e commissioni sul sito, 2- mappatura di antenne e ripetitori sul nostro territorio, il consigliere Bossuto, con una mozione d’ordine, si é appellato al fatto che si sia andati contro la decisione della conferenza dei capigruppo e con una votazione son state RE-INSERITE LE DELIBERE NELL’ORDINE DEL GIORNO!

Come ha detto la consigliera Grimaudo in consiglio, siamo nella CIRCOSCRIZIONE PIU’ PAZZA DE MONDO. Solo che questo film purtroppo non fa ridere

MOZIONE: ANTENNE E RIPETITORI IN CIRCOSCRIZIONE 2

MOZIONE CON OGGETTO: antenne e ripetitori in circoscrizione 2

PREMESSO CHE

  • In passato cittadini hanno raccolto firme contro l’installazione ripetitori nella nostra città e presentato petizioni presso il Comune di Torino.

CONSIDERATO CHE

  • La commissione comunale speciale SmartCity ha avviato da ottobre 2018 una serie di audizioni sul tema 5G ed emissioni elettromagnetiche per valutare ogni possibile strumento di controllo e verifica per tutelare l’ambiente e la salute.
  • Durante l’audizione Legambiente Piemonte in Commissione SmartCity il 18 gennaio 2019 è emersa la possibilità per i Comuni di dotarsi di un piano per la localizzazione delle antenne e relativo regolamento per gestire le installazioni esistenti e le nuove installazioni.

SOLLECITA

La Presidente e la Giunta Circoscrizionale ad attivarsi con la Sindaca e la Giunta Comunale:

  1. per la mappatura dettagliata delle antenne di telefonia mobile già installate e di prossima installazione sul territorio, partendo dalla Circoscrizione 2, da aggiornarsi almeno una volta l’anno;
  2. per la predisposizione di  un regolamento e un piano per la localizzazione territoriale delle stazioni radio base per telefonia mobile, che pianifichi le aree del territorio idonee ad ospitare future antenne di telefonia mobile e similari, tenuto conto di tutti gli aspetti legislativi e giurisprudenziali in materia avente lo scopo di:
    1. individuare i siti idonei per l’installazione delle antenne, in modo di minimizzare l’esposizione elettromagnetica della popolazione, prediligendo siti di proprietà comunale;
    2. valutare di destinare eventuali risultanti risorse economiche ad interventi di controllo e risanamento ambientale;
    3. richiedere che ogni anno, sulla base della programmazione di nuove installazioni da parte dei  gestori, sia eseguita una valutazione delle esposizioni elettromagnetiche risultanti coinvolgendo ARPA Piemonte;
    4. valutare ogni possibile nuova installazione mediante il principio di precauzione allo scopo di tutelare la salute pubblica, il paesaggio e l’ambiente tenendo insieme le esigenze degli utenti con i criteri di sostenibilità;
    5. esercitare azioni di controllo e vigilanza sanitaria e ambientale secondo quanto disposto dalla L.36/2001    

 

Gruppo consiliare MoVimento 5 Stelle circoscrizione 2

MOZIONE VOTATA FAVOREVOLMENTE

MOZIONE: PUBBLICAZIONE DELLE REGISTRAZIONI DELLE ADUNANZE

MOZIONE CON OGGETTO: PUBBLICAZIONE DELLE REGISTRAZIONI DELLE ADUNANZE

PREMESSO CHE

  • L’articolo 15 del regolamento sul decentramento num. 374 “Verbale della riunione e pubblicità degli atti” cita:
  1. Il processo verbale di ogni seduta deve comunque contenere per ogni deliberazione: il testo della stessa nella formulazione originale dei proponenti, il testo di tutti gli emendamenti proposti, i punti principali della discussione, le modalità e l’esito delle votazioni con l’indicazione nominativa degli astenuti.
  2. I verbali di ogni seduta sono approvati, di regola, nella seduta stessa e sottoscritti secondo legge.
  1. I verbali sono redatti a cura del segretario, che si avvale dell’ufficio di segreteria.

TENUTO IN CONTO CHE

  • Le sale del Consiglio circoscrizionale sono dotate di sistema di registrazione audio-digitale.
  • L’odierna tecnologia permette di pubblicare online un file audio in modo rapido.
  • Non sono necessarie spese accessorie e/o esborsi straordinari per software freeware quale Avidemux disponibile e già peraltro in uso presso la Circoscrizione.
  • La Circoscrizione può richiedere ed ottenere spazio web ai gestori del sistema informatico comunale tale da contenere una grossa mole di dati.

EVIDENZIATO CHE

  • Le Circoscrizioni 1 – 3 – 5 – 6 – 8 hanno già sul proprio sito circoscrizionale, con rimando sul sito cittadino, le registrazioni audio pubbliche dei Consigli circoscrizionali e delle Commissioni di lavoro, a testimonianza della fattibilità della richiesta.

CONSIDERATO CHE

  • I verbali delle adunanze, dopo l’approvazione, sono depositati presso la Segreteria del Consiglio circoscrizionale e sono pubblici.
  • Il comma 4 dell’articolo 15 del regolamento sul decentramento num. 374 cita che i verbali devono essere accessibili ai cittadini che ne facciano richiesta.

CONSIDERATO INOLTRE  CHE

  • Accedere via Internet al portale istituzionale sia da ritenersi richiesta di informazioni da parte della cittadinanza.

IMPEGNA

la presidente e la giunta della circoscrizione 2 :

A predisporre la pubblicazione periodica, sul sito istituzionale della Circoscrizione 2 nella sezione TRASPARENZA, le registrazioni audio di consigli e delle commissioni di lavoro.

Gruppo consiliare MoVimento 5 Stelle circoscrizione 2

 

 

MOZIONE VOTATA FAVOREVOLMENTE

 

 

In circoscrizione 2 un mese senza consigli e dobbiamo chiederlo noi!

Non ci sono più parole per commentare quello che sta succedendo in Circoscrizione 2.

La mattina del 19 Luglio 2019 abbiamo fatto protocollare in circoscrizione 2, la richiesta di convocazione di un consiglio urgente, a richiederlo siamo stati noi consiglieri di minoranza del movimento 5 stelle, il consigliere diTorino in comune,il consigliere di La piazza e il consigliere del Grande Nord.
Abbiamo deciso di chiedere noi il consiglio, perché la presidente BERNARDINI della circoscrizione 2, dal 20 giugno non ne ha più convocati, forse perché non ha garantita la presenza dei suoi consiglieri di maggioranza Pd?
Tra l’altro, i punti degli odg dei consigli convocati fino adesso non sono mai stati tutti discussi per l’assenza dei consiglieri di maggioranza, assenza che ha come conseguenza, in consiglio, la caduta del numero legale.
È fuori da ogni logica che la maggioranza che amministra un territorio vasto come quello della 2 non convochi consiglio, mantenendo tutto fermo, e a farlo siano i consiglieri di minoranza.
Ci sono atti da discutere e delibere che risalgono ai mesi di marzo e maggio.

Basta, se non hanno voglia di lavorare per il territorio VADANO A CASA

INTERPELLANZA: INCREDIBILE INTIMAZIONE DI SGOMBERO PER INATTIVITÁ CIRCOSCRIZIONALE

INTERPELLANZA: INCREDIBILE INTIMAZIONE DI SGOMBERO PER INATTIVITÁ CIRCOSCRIZIONALE

PREMESSO CHE Il giorno 08 Aprile 2019 si é svolta la 1° Commissione in seduta congiunta alla 2° Commissione, presso i locali della Circoscrizione 2° Santa Rita – Mirafiori Nord – Mirafiori Sud, nella Sala consiliare di via Guido Reni, 102 – Cascina Giajone con all’ordine del giorno l'”istanza dell’Associazione ARIS A.P.S.Richiesta concessione continuativa a titolo gratuito di locale sito in Via Negarville n. 8/48 bis“.  Il giorno 15 aprile 2019 si é svolta la 4° Commissione in seduta congiunta alla 2° Commissione, presso i locali della Circoscrizione 2° Santa Rita – Mirafiori Nord – Mirafiori Sud, nella Sala consiliare di strada Comunale di Mirafiori 7 con all’ordine del giorno il “patto di collaborazione tra la Città diTorino – Circoscrizione 2, l`AICS Comitato di Torino e l`Associazione Aris per l’animazione sociale dell’area sita tra le vie Negarville, Plava e Roveda nell`ambito del progetto Co-City – UIA.

TENUTO CONTO CHE L’associazione ARIS da anni occupa proficuamente lo spazio di via Negarville 8/48 bis gestendo l’aula studio e impegnandosi animando lo spazio antistante del giardino Pugno e lo spazio del mercato coperto, partecipando attivamente alle iniziative promosse dalla circoscrizione e dalla città. Nonostante lo svolgimento delle commissione precedentemente segnalate e i complimenti profusi nelle stesse da consiglieri e coordinatori, l’associazione ARIS ha ricevuto il 7 maggio 2019 intimazione di sgombero dei locali dalla circoscrizione per scadenza dei termini della concessione annuale.

EVIDENZIATO INOLTRE CHE La presidente della circoscrizione 2 Luisa Bernardini, ad oggi, ha convocato l’ultimo consiglio circoscrizionale il giorno 04 Aprile 2019. Tralasciando la festività del 25 aprile 2019, che quest’anno si é svolta di giovedì, giorno solito del Consiglio, sono stati saltati i giorni utili 11 Aprile, 18 Aprile, 02 Maggio e 09 Maggio, senza contare che attraverso la capigruppo l’assemblea poteva essere svolta in un altro giorno della settimana.

VISTO E CONSIDERATO CHE le intimazioni di sgombero locali circoscrizionali per scadenza dei termini della concessione annuale sono frutto dell’immobilismo dell’amministrazione circoscrizionale che non convoca consigli e quindi non delibera le concessioni; che questo fatto increscioso sia successo anche Lo scorso anno nei confronti di altre associazioni e comitati cittadini che operano con correttezza sul territorio da molti anni;

INTERPELLA IN FORMA ORALE E SCRITTA la Presidente della circoscrizione 2 Luisa Bernardini e
i componenti della giunta circoscrizionale per sapere quando pensano finalmente di rassegnare le proprie dimissioni per terminare questa successione interminabile di danni operati nei confronti dell’associazionismo e dei cittadini del nostro territorio.

Gruppo consiliare MoVimento 5 Stelle circoscrizione 2

MOZIONE: Modifica del posizionamento dello stallo carico-scarico del McDonalds S.Rita

Il giorno 22 marzo 2019 abbiamo presentato la nostra mozione presentata il 14 gennaio con oggetto: Modifica del posizionamento dello stallo carico-scarico del McDonalds S.Rita
PREMESSO CHE Dalla data di apertura del locale, a Luglio 2018, i residenti adiacenti al McDonalds S.Rita, si sono lamentati numerose volte coi responsabili del ristorante per i rumori e gli schiamazzi provenienti dalle operazioni di approvvigionamento del ristorante che avveniva verso le 5 di mattina, operato tramite un grosso camion che veniva parcheggiato in seconda fila in via Barletta, subito sotto agli edifici residenziali.
CONSIDERATO CHE Il giorno 28 Novembre 2019 é stata discussa l’interpellanza presentata dal gruppo consiliare Movimento 5 Stelle (prot. 14926/2.160.4 del 05.11.2018) con oggetto “McDonalds S.Rita, ODORI MOLESTI E RUMORI NOTTURNI”; nella risposta il coordinatore Alessandro Nucera ha comunicato che lo stallo del carico/scarico sarebbe stato ampliato e che l’orario sarebbe stato modificato.
In seguito lo stallo di carico/scarico assegnato al punto di ristoro posizionato in via Barletta, dopo lo spostamento dei bidoni del palazzo adiacente, è stato ingrandito per permettere al camion di sostare vicino alla strada e non più in seconda fila.
Contestualmente al ridimensionamento dello stallo è stato assegnato un nuovo orario di operatività che parte dalle 6:30 e non più dalle 5:00.
EVIDENZIATO CHE Nonostante la modifica dello stallo le operazioni di carico/scarico avvengono ancora sotto ai palazzi, i rumori sono amplificati dalla strada e svegliano i condomini alle 6:30;
i cittadini hanno raccolto delle firme per esprimere i loro disagi;
EVIDENZIATO INOLTRE CHE Nella piazza santa Rita è presente lo svincolo di immissione da via Barletta ovest, inutilizzato per la viabilità ma solo come parcheggio dato che la via è a senso unico verso est; questo spazio è utilizzato per le operazioni di carico/scarico del Girarrosto Santa Rita da molto tempo, operazioni che non arrecano nessun fastidio ai residenti;
Lateralmente allo svincolo in questione è presente un’area verde dotata di panchine che però non è collegata con il marciapiede da nessun attraversamento pedonale.

CHIEDE E IMPEGNA la presidente Luisa Bernardini e il coordinatore Alessandro Nucera:
1. A predisporre lo spostamento dello stallo di carico/scarico sito in via Barletta fronte McDonalds, dal suo posizionamento attuale sotto ai palazzi, non appena attivata la raccolta dei rifiuti porta a porta che predisporrá la rimozione dei bidoni.
2. Approfittando di questo è spostamento, collegare la zona verde e normare gli spazi rimasti per la sosta

Il coordinatore Nucera non ha accettato di votare la mozione perché aveva il logo del nostro movimento, dicendo che lui si era adoperato per trovare le soluzioni.

Visto che noi siamo per trovare la soluzione ai problemi e non per mettere BANDIERINE abbiamo ritirato il documento.

 

Interpellanza: Malfunzionamento docce della Palestra sita nella scuola Cristoforo Colombo

Il 5 marzo abbiamo presentato un’interpellanza con oggetto “Malfunzionamento docce della Palestra sita nella scuola Cristoforo Colombo”

Nel corso della seduta della II commissione, svoltasi il 04/09/2018, il coordinatore Vito Gentile procedeva alle assegnazioni degli spazi sportivi per la stagione 2018 / 2019. Durante la Commissione, il rappresentante dell’associazione “Torino Volley A.S.D” lamentava l’impraticabilità delle docce all’interno dello spogliatoio della palestra dell’”Istituto Cristoforo Colombo” sito in Piazzetta Jona 5, in quanto l’impianto non miscelava l’acqua calda con la fredda, causando seri disagi ai frequentatori e alle frequentatrici dei corsi costretti a fare i turni per l’utilizzo dell’unico spogliatoio funzionante. TENUTO IN CONTO CHE l’associazione in oggetto ha segnalato il problema due volte alla circoscrizione, sia nel mese di settembre che nel mese di luglio 2018, senza avere nessuna risposta e dal sopralluogo effettuato dallo scrivente gruppo si è riscontrata la veridicità delle affermazioni di cui sopra in narrativa. EVIDENZIATO CHE la circoscrizione prevede di sostenere le associazioni sportive ed iniziative sportive con l’obiettivo di realizzare una rete di azioni che rendano operativa anche sul nostro territorio la “Carta di Toronto per l’Attività Fisica” e promuove l’attività motoria individuandola come strumento per accrescere la salute di tutta la popolazione. SI INTERPELLA la presidente e il coordinatore competente della circoscrizione 2 per conoscere le motivazioni della mancata risposta alle sollecitazioni dell’associazione; inoltre i sottoscritti chiedono altresì di informare il consiglio sui modi e i sui tempi che si ritengono congrui alla risoluzione del problema nel rispetto delle funzioni istituzionali assunte per la tutela di ogni singolo cittadino.

La presidente Bernardini ha risposto di avere segnalato il problema all’edilizia scolastica e all’assessorato nell’incontro del 7 marzo ma di non aver ricevuto risposta (siamo sfortunati, nessuno ci risponde mai).

Resta il fatto che nuovamente un cittadino chiede delle informazioni alla circoscrizione e non riceve nessun tipo di risposta.

Interpellanza: la circoscrizione NON RISPONDE

Il 04 Marzo 2019 abbiamo presentato in circoscrizione un’interpellanza urgente, discussa giovedì 14, con oggetto “La circoscrizione non risponde”.

Il quotidiano online “La Repubblica”, in data 2 marzo 2019, riportava la notizia: “Mirafiori scende in piazza contro la nuova sede dell’associazione “neofascista” Legio Subalpina”. Sulla scorta della medesima notizia, aggiungeva che un gruppo di residenti  indignati della zona Mirafiori Nord aveva organizzato un presidio davanti al civico 40 di c.so Allamano, sede ospite della già menzionata associazione di “estrema destra”.
Il medesimo articolo riportava la presenza all’inaugurazione dell’europarlamentare Mario Borghezio, di vari agenti della Digos e carabinieri.
TENUTO IN CONTO CHE la strada in cui è ubicata l’associazione è privata, abitata anche da cittadini stranieri, è di dirompente evidenza come la preoccupazione da parte degli abitanti del quartiere non possa non essere alta e come sia certamente condivisibile la loro richiesta di intervento per una situazione che può facilmente incendiarsi in zona di competenza della circoscrizione due . EVIDENZIATO CHE Nonostante i fatti per come sopra esposti, è a dirsi che l’istituzione richiamata, la circoscrizione 2, non ha mai evaso o considerato le richieste pervenute dai cittadini. SI INTERPELLA la presidente Luisa Bernardini per conoscere le motivazioni sottese a tale deprecabile omissione nella tutela dei cittadini residenti interessati e preoccupati dal crescente clima di intolleranza che si percepisce ogni giorno di più.
Inoltre i sottoscritti chiedono altresì di informare il consiglio sui modi e i sui tempi che si ritengono congrui alla risoluzione del problema nel rispetto delle funzioni istituzionali assunte per la tutela di ogni singolo cittadino.

Il consigliere Angelino (Fratelli d’Italia) è intervenuto dicendo che c’è libertà di pensiero e che anche le associazioni di estrema destra devono essere libere di esprimersi come vogliono (dimenticando la costituzione e alcune leggi sull’apologia del fascismo).

Noi gli abbiamo ricordato la massima “la mia libertà inizia dove finisce quella degli altri” e che bisogna stare attenti quando si parla di “libertà”.

La presidente Bernardini ha risposto che l’intervistato aveva contattato la circoscrizione a gennaio parlando di problemi di quartiere legati ad un gruppo di destra che avvicinava le persone pubblicizzando il gruppo e chiedendo un appoggio alla loro causa, ma non parlava di inaugurazioni di sede. Ha continuato dicendo che avevano segnalato la cosa alle forze dell’ordine ma non c’era stato seguito. 

Per prendere posizione la circoscrizione sottoscriverá un documento, un ordine del giorno, contro i gruppi estremisti che hanno l’obbiettivo di discriminare gli altri.

Non si capisce comunque come sia possibile, per l’ennesima volta, che un cittadino segnali alla circoscrizione un fatto del genere e poi non riceva nessun tipo di riscontro, facendo così avremo come risultato solo quello di far passare la voglia ai nostri concittadini di partecipare attivamente con le loro segnalazioni.

UN REGOLAMENTO A SUON DI GETTONI

Prima dell’apertura del consiglio dell’8 novembre abbiamo discusso l’interpellanza “UN REGOLAMENTO A SUON DI GETTONI“, in cui si chiedeva alla presidente che fine avesse fatto il regolamento circoscrizionale.

La circoscrizione 2 per chi non lo sapesse, data l’unione della ex 2 e della ex 10, doveva riscrivere il proprio regolamento facendo sintesi dei due precedenti e integrando il nuovo regolamento del decentramento entrato in vigore dopo le elezioni.

La circoscrizione 8, nella stessa situazione data l’unione della 8 e della 9, l’ha riscritto in brevissimo tempo, altre circoscrizioni hanno adeguato i loro regolamenti al decentramento sempre in poche settimane.

La circoscrizione 2, dopo ben 9 capigruppo istituzionali PAGATE è riuscita ad arrivare solo all’articolo 25.

Con l’interpellanza abbiamo scoperto che per questi 25 articoli abbiamo speso più di 3600€!

Ma, sentenza regionale di pochi giorni fa, abbiamo fatto sapere a tutti che NON E’ PIU’ POSSIBILE PAGARE LE CAPIGRUPPO ISTITUZIONALI, quindi d’ora in poi il lavoro di revisione del regolamento dovrà esser fatto “gratis”…

 

PREMESSO CHE
● Con l’introduzione del nuovo regolamento sul Decentramento n. 374 il numero delle circoscrizioni è stato ridotto da 10 a 8 e le circoscrizioni interessate come la 2 e la 8 si sono trovate a dover rivedere il proprio regolamento interno e riadattarlo in tempo utile.

TENUTO CONTO CHE
● questo consiglio, insediatosi nel giugno 2016, non ha ancora provveduto alle modifiche del regolamento circoscrizionale nonostante le 9 convocazioni di capigruppo istituzionali aventi come ordine del giorno “modifiche sul regolamento di circoscrizione” avvenute nelle date:
7 dicembre 2016;
22 marzo 2017;
9 maggio 2017;
22 maggio 2017;
19 giugno 2017;
22 giugno 2017;
7 settembre 2017;
26 marzo 2018;
12 aprile 2018.

CONSIDERATO CHE
● A TUTT’OGGI la stesura del nuovo regolamento di funzionamento del consiglio della circoscrizione 2 è fermo all’articolo 19 su 64 articoli in totale

SI INTERPELLA LA PRESIDENTE BERNARDINI IN FORMA ORALE E SCRITTA PER SAPERE:
1. quanto tempo dovrà passare ancora affinché questa circoscrizione possa avere un suo regolamento interno;
2. quanti gettoni sono stati erogati e di conseguenza quanto è stato speso da questa circoscrizione fino ad oggi per redigere i 19 articoli.

 

ASSEGNAZIONE SPAZI SPORTIVI

Durante il consiglio dell’8 novembre 2018, abbiamo discusso l’interpellanza con oggetto ASSEGNAZIONE SPAZI SPORTIVI; molte volte non si capisce quale sia il criterio che spinga la giunta a destinare degli spazi ad alcuni piuttosto che ad altri, senza rispettare le continuità delle attività e senza valutare bene i progetti rispetto le ore impiegate.

Durante la commissione sul tema infatti ci sono stati molti malumori di presidenti di associazioni che contestavano le scelte della circoscrizione.

 

PREMESSO CHE
● nel corso della seduta della II COMMISSIONE svoltasi il 4 settembre 2018, il coordinatore Vito Gentile procedeva all’assegnazione degli spazi sportivi per la stagione 2018/2019;
● nel corso della seduta emergevano taluni dissensi manifestati da alcuni rappresentanti di associazioni interessate agli spazi sportivi;
● il sig. Luigi Basile, dirigente responsabile settore giovanile dell’associazione Volley San Paolo, nel corso della commissione lamentava il diniego della sua istanza volta all’assegnazione della palestra sita nella scuola ”Don Milani” per la stagione 2018/19 nella fascia oraria 16,30-17,30;
● al medesimo era altresì stata negata la concessione richiesta per l’utilizzo della palestra sita nella scuola Casalegno, nelle giornate del martedì e nella fascia oraria 17,30-18,30;
● entrambe le richieste di concessione invece erano state positivamente riscontrate nell’anno precedente;
● il sig. Basile, nel corso della seduta di commissione, ha lamentato di aver richiesto più volte, inviando email alla Presidente Bernardini e al coordinatore Vito Gentile, di voler conoscere le motivazioni sottese al diniego delle concessioni così come richieste; a oggi il Sig. Basile non ha ricevuto alcuna risposta.

CONSIDERATO CHE
● L’associazione Volley San Paolo ha in passato realizzato in entrambe le scuole il progetto curricolare di cui alle concessioni;
● le lamentate sottrazioni di spazio comportano un danno sia alla società che ai bambini perché impediscono a quest’ultimi la continuità del percorso intrapreso nell’anno che si appena concluso.

SI INTERPELLA IN FORMA ORALE E SCRITTA
il Coordinatore della II commissione Vito Gentile e la presidente Luisa Bernardini perchè:
1. forniscano congrua motivazione al provvedimento di esclusione dell’associazione Volley San Paolo sia dalla palestra sita nella scuola Don Milani nella fascia 16,30-17,30 che presso la palestra della scuola Casalegno il martedì dalle 17,30-18,30;
2. si chiede altresì di conoscere le motivazioni che hanno indotto chi di competenza ad assegnare gli spazi sportivi ad una associazione piuttosto che ad un’altra.