Archivi categoria: Consiglio

Ostruzionismo

Questa mattina siamo tornati a casa alle 3:00 dopo aver iniziato il consiglio circoscrizionale alle 19:00 il giorno prima.

Come mai così tardi? Il gruppo del movimento 5 stelle e parte della minoranza ha portato avanti una protesta composta da emendamenti ostruzionistici, una delle poche armi in mano all’opposizione, per arginare il protrarsi del comportamento tenuto dalla maggioranza e dalla presidente secondo noi (e parte della maggioranza stessa) non consono al normale rapporto tra consiglieri.

Le delibere sulla concessione delle bocciofile son state nuovamente rimandate al prossimo consiglio per mancanza della documentazione richiesta la scorsa settimana, e fino alle 00:30 siamo stati fermi sulla terza deliberazione, mentre il consiglio perdeva pezzi di maggioranza e minoranza.

Poi, grazie ad una capigruppo “notturna” e ad un impegno della presidente nel migliorare e normalizzare i rapporti del consiglio, senza chiedere nient’altro in cambio noi e il consigliere di “Torino in Comune” abbiamo ritirato gli emendamenti, discutendo e votando via via i punti presenti nell’ordine del giorno, 8 della minoranza e 9 della maggioranza, fino alle 2:20.

La scorsa notte abbiamo tenuto il numero legale noi dato che la maggioranza era di nuovo sotto i 13 consiglieri, non volevamo che la nostra circoscrizione finisse nuovamente sulla stampa per questioni di malgoverno, non siamo stati sulle barricate per principio, abbiamo concesso una mediazione confidando nella promessa della presidente Bernardini e nel fatto che d’ora in poi tutto funzionerà nel modo migliore nell’interesse generale e dei cittadini.

Senza parere, di nuovo

Ieri, giovedi 6 luglio 2017, si è tenuto il consiglio della Circoscrizione 2 nella sede di Mirafiori. L’ordine del giorno era composto da due interpellanze, il parere sulla delibera comunale che finalmente trasformerà smat in azienda di diritto pubblico e un ordine del giorno firmato dalla minoranza per chiedere la votazione delle delibere di concessione in consiglio.
Le due interpellanze si sono svolte normalmente, subito prima dell’aperura del consiglio ci sono state delle comunicazioni della presidente e poi di altri consiglieri, tra cui la nostra Rita Grimaudo, che sono sfociate in schermaglie a proposito delle commissioni svolte nei giorni precedenti, doppie convocazioni che in realtà erano una il proseguimento dell’altra e la commissione di mercoledì in cui si distribuivano più di 79.000 euro ma i cui gli allegati erano stati inviati poche ore prima.
Dopo l’appello si è iniziato a parlare del parere sulla trasformazione di smat, sempre la nostra consigliera Grimaudo ha elencato punto per punto la non fondatezza del parere contrario della maggioranza, smontando tutta la tesi per cui ora smat spa sia come un’azienda con fini pubblici.
La cosa divertente è che nel 2013 le circoscrizioni 2 e 10 avevano già discusso un parere identico che però non era sfociato nella trasformazione; ebbene questo parere era positivo.
Ci siamo chiesti come fosse possibile che la metà dei consiglieri che erano presenti nel 2013 avessero votato positivamente alla trasformazione, tra cui la presidente, mentre ora si dichiaravano completamente contrari, forse solo perche il proponente non è più il loro partito?
Ciliegina sulla torta, per l’ennesima volta la circoscrizione 2 non ha palesato un parere perché poco dopo è caduto il numero legale per mancanza della maggioranza e si è chiuso il consiglio senza arrivare a votazione.

La voce del Cartone

Questa sera, 25 maggio 2017, si è tenuto il consiglio in Circoscrizione 2 che prevedeva la discussione di un Ordine del Giorno per la riscrittura del decentramento sottoscritta da tutti i consiglieri di minoranza (Movimento 5 Stelle, Torino in Comune, Lista civica La Piazza, Forza Italia, Direzione Italia, Lista civica Federalista).

Il nostro gruppo politico insieme agli altri consiglieri di minoranza ha approfittato della presentazione di questo Ordine del Giorno per fare una manifestazione in aula contro la poca trasparenza e il ruolo marginale a cui i Consiglieri circoscrizionali sono di fatto oggi relegati.

Il ruolo dei Consiglieri è si snaurato e limitato dal Regolamento del Decentramento (approvato dall’amministrazione Fassino) ma è altresì privato dei pochi poteri rimanenti dall’attuale Presidente e Giunta circoscrizionale che accentrano decisioni e potere su se stessi, senza curarsi della partecipazione.

Questa sera durante la lettura del comunicato stampa (consultabile nella foto allegata) abbiamo esposto dei cartonati con le nostre sagome a rappresentarci, perché di fatto poco cambia dall’essere presenti fisicamente.

Il Partito Democratico ha deciso di approvare l’ordine del giorno della minoranza per evitare una spaccatura interna visto che I due consiglieri dei Moderati erano disposti a votare a favore e Alcuni consiglieri del Pd erano pronti ad astenersi, ma sia chiaro che la Presidente a la giunta usano i difetti del decentramento a loro uso e consumo favorevole.

L’ordine del giorno per la riscrittura del Decentramento è passato ma non sarà di certo riscritto domani, o in una settimana o in un mese. Quello che inevce può cambiare da domani è l’atteggiamento di questa amministrazione di quartiere, che deve garantire la rappresentatività in aula di tutte le forze politiche elette democraticamente dai cittadini.

E’ passato un anno da quando la Città di Torino ha voluto lanciare un segnale forte contro questo sistema e modalità di amministrazione. Ma nonostante la sconfitta e la perdita del Comune la lezione non è stata appresa e si continua ad amministrare nel medesimo modo nelle Circoscrizioni, ancora a maggioranza PD.

Se una collaborazione delle parti non sarà possibile, se le mozioni che presenteremo (uno dei pochi strumenti che abbiamo) continueranno ad essere bocciate senza essere analizzate nel merito oppure sottoposte alla logica degli schieramenti, se la Circoscrizione 2 continuerà a non rilasciare Pareri al Comune di Torino, se si continuerà ad azzerare il dibattito, ad elargire contributi alle associazioni senza tenere conto delle perplessità esposte dalle altre forze politiche, se non si elaboreranno documenti condivisi e se non si comunicheranno le iniziative comunali sul territorio anche alla minoranza noi continueremo nella nostra protesta fin quando non si arriverà alla caduta di questa amministrazione Circoscrizionale.

Augurandoci un cambiamento,

i consiglieri del Movimento 5 Stelle

Il parere del ponte lungo

Oggi 13 aprile alle 18:30 si è tenuto il consiglio circoscrizionale con un solo punto all’ordine del giorno: “Parere sul bilancio di previsione finanziario 2017-2019”.

Per il Comune di Torino era presente l’assessore al Bilancio Rolando, c’era qualche cittadino incuriosito, e tutta la minoranza era presente. Ma la maggioranza…. Continua a leggere

Una triste esperienza al Consiglio di Circoscrizione della 2.

Oggi ho partecipato al Consiglio di Circoscrizione della 2.
Simpatizzo per il Movimento ma vorrei esaminare oggettivamente cosa è accaduto oggi alla seduta del Consiglio di Circoscrizione e rendervene partecipi.

Sulla scorta di quanto accaduto il 20 gennaio 2016, il gruppo Consiliare del Movimento 5 Stelle ha accolto e portato in Consiglio una Mozione per impegnare la Giunta a presentare un piano che desse evidenza ai Cittadini, in sede di commissioni congiunte, di come la Circoscrizione intederà impegnare le risorse ordinarie attribuite dal Comune.
I consiglieri del M5S hanno richiesto di poter farmi parlare per rappresentare personalmente, anche ai nuovi Consiglieri della 2 i contenuti della Mozione (QUI IL TESTO).

Con mia grande sorpresa ed entusiasmo il Consiglio all’ unanimità ha accettato di concedermi la parola. Continua a leggere

Fondazione DARE (indietro)

Questa sera siamo il Consiglio della Circoscrizione è terminato alle ore 22:00.

Sono state discusse molte interpellanze tra cui quella presentata dal Gruppo Consiliare del M5S che, come oggetto, chiedeva conto delle delibere di Giunta mai comunicate. L’interpellanza è stata presentata più di un mese fa, ma sembra che si aspettino 30 giorni, o più, per mettere le richieste della minoranza nell’ordine del giorno…
Il punto forte della serata è stata la mozione sottoscritta da tutta la minoranza e presentata dal consigliere Bossuto per la revoca degli spazi, la richiesta di risarcimento, nei confronti della “Fondazione DARE” che opera da tempo nella circoscrizione 2, prendendo molti soldi pubblici ma con progetti falliti da anni, documenti mai presentati, canoni mai restituiti e bollette mai pagate.

Continua a leggere

MOZIONE M5S VIA MOMBARCARO

Il giorno Giovedi 17 novembre 2016, si è tenuto il Consiglio circoscrizionale in Circoscrizione 2.

All’ordine del giorno vi erano quattro interpellanze delle forze di opposizione in minoranza ed una nostra mozione MOVIMENTO 5 STELLE.

Nella suddetta mozione chiedevamo l’avvio di una nuova istanza di comunalizzazione di via Mombarcaro per consentire l’illuminazione pubblica. Tale via infatti risulta essere privata e come tale non ha diritto all’illuminazione pubblica a carico del Comune cosi come non prevede interventi di manutenzione del marciapiede, strade, buche e arredo urbano da parte dell’amministrazione della città ma è tutto a carico dei condomini e degli esercizi commerciali residenti nella via. Il problema è che la via non è chiusa e il passaggio non è riservato ai soli privati che ci abitano ma è una via di passaggio pubblico e quindi ciò comporta oltre che un consumo ed eventuali danni del sedime anche un problema di sicurezza a causa appunto della mancata illuminazione. Abbiamo quindi chiesto di avviare la procedura per trasformare questa via da privata a comunale, ma via Mombarcaro non è la prima volta che inizia questo processo. La storia e il trascorso di questa via inizia nel 2007 dove venne inserita in un progetto del comune di comunalizzazione di numerose vie e solamente questa per motivi ancora sconosciuti ( nella scorsa consigliatura la allora consigliera M5S Serena Imbesi aspettò risposta per ben 8 consigli successivi senza mai ottenerla) si arenò e non continuò il processo per essere comunalizzata.

Ieri in consiglio circoscrizione abbiamo ottenuto l’appoggio dei consiglieri dell’opposizione con dichiarazione di voto favorevole mentre dalla parte della maggioranza si è manifestata una prima riserva con la richiesta di ritirare la mozione per avviare un processo condiviso di mappatura del territorio e di individuazione di tutte le vie private da comunalizzare, di stabilire i criteri di priorità delle tali e di avviare verso il comune le istanze necessarie. Noi come movimento 5 stelle non ci siamo dimostrati contrari all’avviamento di un tale progetto condiviso, nonostante sia comunque già stato fatto in passato, ma abbiamo rifiutato l’invito a ritirare la mozione in quanto questa via ha un trascorso partcolare, come illustrato dal consigliere comunale M5S presente Aldo Curatella Via Mombarcaro ha già tutti i requisiti necessari per avviare la pratica che era già stata appunto avviata 10 anni fa e si tratterebbe solo di un passaggio burocratico da far scattare con la votazione positiva in modo da accellerare i tempi e farla approdare in comune, mentre aspettare una commissione e la strutturazione di un processo condiviso avrebbe rimandato e aumentato e dilungato ancora i tempi. Siamo contenti che alla fine del dialogo comune la maggioranza abbia votato positivamente. La mozione è passata all’unanimità, ne siamo soddisfatti non tanto come vittoria del MoVimento come qualcuno potrebbe credere, ma perché crediamo sia veramente una vittoria per i cittadini del nostro territorio, che hanno fiducia che il Consiglio li ascolti e lavori realmente per loro.

 

MARICA LUCARELLI

Delibera spazi sportivi: ai cittadini ci pensa l’opposizione

Ormai prossimi al mese di ottobre, con la stagione sportiva già iniziata, è finalmente stata votata in Consiglio della Circoscrizione 2 la delibera sulla assegnazione degli spazi sportivi.

Il ritardo sulla tabella di marcia è da imputare alla falsa partenza della costituzione della circoscrizione 2 a causa di beghe all’interno della pur nutrita maggioranza, e al protrarsi di queste incertezze fino ai giorni nostri condite da un regolamento del decentramento scritto in modo confusionario dalla vecchia giunta comunale.

Pur con una convocazione d’urgenza con sole 24 ore di anticipo, per la seconda volta e in modo irresponsabile, la maggioranza PD si è presentata con molte defezioni e quindi senza la possibilità di mantenere il numero legale, le opposizioni invece erano tutte presenti.

Noi come gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle circoscrizione 2 abbiamo chiesto una mediazione sugli emendamenti di merito che sono stati presentati delle opposizioni e dopo una lunga discussione sono stati prodotti 2 emendamenti che aumentano i controlli sulle assegnazioni esistenti e che richiedono nuovamente gli spazi per il futuro.

In modo responsabile il Movimento 5 Stelle, pur avendo avuto il proprio emendamento bocciato dalla maggioranza -una modifica della delibera che favoriva l’inserimento di nuove associazioni del territorio- ha deciso di non far cadere il numero legale e di dare la possibilità alle associazioni e alle scuole di avere finalmente le assegnazioni degli spazi richiesti.

Ci aspettiamo che in futuro la maggioranza prenda atto della volontà del Movimento 5 Stelle di procedere per il bene della Circoscrizione e dei cittadini, senza fare ostruzionismo a prescindere ,e che  consideri, con la giusta attenzione, le proposte del nostro gruppo.

Gruppo MoVimento 5 Stelle Circoscrizione 2 Torino

Terzo appuntamento del consiglio di circoscrizione

Il giorno 25 luglio 2016, si è tenuto il terzo consiglio della Circoscrizione 2.

A differenza di quanto avvenuto nelle due precedenti sessioni, l’incontro è stato organizzato presso la sede della Ex Circoscrizione 10, in strada Castello di Mirafiori, luogo nel quale ha presenziato, negli ultimi 5 anni, il consigliere del Movimento Luigi D’Alberti.

Possiamo dire di aver provato una certa emozione ed orgoglio nell’ occupare il posto da lui lasciato.

All’ ordine del giorno sono state poste all’esame ed al voto due delibere.

La prima sulla nomina dei capigruppo e la seconda sulla composizione delle commissioni permanenti.

22 i consiglierei presenti su totale di 25.

Continua a leggere

Il Consiglio alla 2 – Un’avventura di Mogol e Battisti.

Il brano parla di due ragazzi che si innamorano e sono sicuri che non sarà un sentimenti passeggero; finchè morte non ci separi, così anelano.

Una dichiarazione d’amore davvero toccante ed inaspettata.

Oggi pomeriggio, durante il Consiglio della Circoscrizione 2, abbiamo assistito all’esecuzione di una cover della famosa canzone.

Il titolo è ovviamente lo stesso : Un’avventura.

Continua a leggere