Archivi autore: Roberto Alice

GUIDIAMO ECOLOGICO

Niente di più azzeccato come “noi non ci fermiamo mai” sopratutto nell’ambito cittadino, dove ci siamo spesi per favorire confronti a 360°, con tutte le persone che hanno a cuore un futuro ecologico, nel campo dei trasporti.

Questo lavoro continuo, culmina il 2 Ottobre, nell’evento che si terrà nella sala Bobbio di Via Corte D’Appello 16 alle ore 9:30 con il patrocinio della città di Torino.

Si parlerà di energie per il trasporto, passo fondamentale per ottenere mezzi ed infrastrutture ecologiche.

Esperti accademici ci illustreranno le varie possibilità con i loro punti di forza e debolezza.

Il decisore politico sarà così facilitato nella scelta consapevole a favore dei cittadini, coniugando salute, ambiente e diritto alla mobilità.

Vi aspettiamo numerosi l’incontro è pubblico fino a capienza sala, salvo posti riservati per gli adetti ai lavori.

Buona mobilità a tutti.

 

Roberto

 

 

FINZIONE E REALTA’

Vorrei proporre da queste pagine un momento di riflessione, atto a far crescere la consapevolezza del cittadino ed acquisire qualche strumento per un giudizio più libero e informato.
Ho pensato di partire da un argomento molto importante, la comunicazione.
Prendiamo quindi un libro, La Fabbrica del Falso, di Valdimiro Giacchè, qui di seguito troverete un breve riassunto coadiuvato da immagini, che si propone di trasmettere in fondamenti di quest’arte tanto sottile quanto potente e pericolosa.
Un piccolo percorso per conoscere come il main-stream crea l’opinione pubblica, piega il pensiero critico e riduce la capacità dialettica e l’intelligenza collettiva.

Dunque partiamo:

L’autore inizia narrando che il più delle volte la notizia falsa non racconta una qualsiasi bugia, ma il contrario del fatto reale.

Il falsario realizza così una sinèddoche, cioè una figura retorica che sostituisce il significato di una parola (o un concetto) con un’altra parola che è parte del concetto primario.

Ad esempio se il fatto è la guerra nella striscia di gaza, si sostituisce guerra in Palestina, con  guerra in Israele, gli attaccanti sono diventati attaccati.

La fabbricazione di notizie false, è sempre stata necessaria all’elites dominanti, questa impellenza si è dimostrata prepotentemente appena terminato l’ultimo conflitto mondiale, per contrastare costituzioni troppo socialiste, che non avrebbero certamente facilitato il capitale e la finanza.

Altre tecniche si sono succedute, come l’imbalsamazione, cioè svuotare il corpo del contenuto e dare un aspetto estetico decente e permanente.

Ad esempio soglie di sbarramento, proporzionali corretti, uninominali, ed altri metodi matematici subito proposti in Germania ed in Inghilterra e aimè anche in Italia alle ultime elezioni, sono per l’autore mezzi per svuotare la democrazia del suo valore.

Inoltre, come osserva E. Zolà, il popolo non decide il programma di indirizzo, ma solo chi lo rappresenterà nel farlo…. Il legame è troppo debole, cioè la promessa elettorale.

Questo fa il paio con quanto diceva Popper: la democrazia è un metodo di alternanza al potere senza spargimento di sangue. (Alternanza? Ndr)

(Nel M5S non è così, il cittadino partecipa e scrive il programma, è il programma che deve trovare i portavoce, e non viceversa n.d.r.)

Continua a leggere

BARBARI NOI? – L’inciampo nel lessico, La liberazione del paese

Il Financial Times addita come la “discesa dei barbari” un’eventuale accordo M5S e Lega, realizzando esattamente una figura retorica detta sinéddoche, cioè usare una parte del discorso per rappresentare tutto il discorso, narrando l’esatto contrario della realtà.

Bisogna riconoscere che sono professionisti nel battere il tamburo, mascherando la storia che invece racconta il perfetto contrario, cioè che i barbari erano proprio i popoli del nord, irretiti dai lori duci, imperversavano nell’impero Romano conducendo saccheggi ed invasioni di territorio.

Questa fase politica forse ci porterà, io me lo auguro, ad una cacciata dei barbari turbo liberisti che assediano il nostro paese, e non sarà solo una liberazione Italiana, ma anche degli altri popoli Europei che ancora non hanno consapevolezza di quello che sta accadendo, ma sono semplicemente in coda, dietro di noi.
Continua a leggere

IL BANCHETTO (Pd) ABUSIVO

Come molti sanno, i cittadini ed il rapporto con loro sono alla base della nostra politica, tant’è che da anni nella nostra zona sono presenti almeno due banchetti a settimana, ed ora in campagna elettorale anche tre contemporanei e con i candidati ovviamente.

Le altre forze politiche normalmente assenti dalla piazza pubblica, sono in questo periodo sporadicamente visibili.

Quod non vetat lex,hoc vetat fieri pudor, dicevano i latini, ma sembra che gli esponenti del PD abbiano superato la vergona, trasgredire la legge, invece, sembra sia il loro sport preferito.

Qui di seguito le parole del nostro consigliere Angelo Patruno, che ci racconta l’accaduto durante il nostro banchetto di Mirafiori:

“Oggi mentre facevo il banchetto come tutti i sabati da quasi 4 anni a questa parte, mi trovo posizionati accanto a me quelli del PD.

Ho chiesto loro cosa ci facessero oggi In Via Pavese, in tutta risposta mi han detto un banchetto. Ma loro NON avevano alcun permesso per oggi infatti usavano un permesso di occupazione suolo pubblico scaduito a GENNAIO.

Poi ricevo una telefonata da un attivista dove anche loro avevano stesso problema, ma la differenza che GLI ABUSIVI non hanno avuto la decenza di smontare e andare via, al contrario spostarsi.

Quindi ho chiamato i vigili, che solerti sono intervenuti facendoli allontanare.

La cosa più ridicola è che al banchetto erano presenti varie persone tra cui la presidente di circoscrizione 2 Luisa Bernardini.

Mi chiedo dove arriva la legalità nel partito democratico?

Se solo per un banchetto non conosci le regole come puoi GOVERNARE un paese….”

Di Angelo Patruno

 

RIUNIONE – CONOSCI L’ASPIRANTE CANDIDATO

Cari Cittadini, Attivisti, il giorno Mercoledi 17 Gennaio 2018 alle ore 21 in Corso Cosenza 22/D, abbiamo indetto un’assemblea pubblica, del MoVimento 5 Stelle di Circoscrizione 2, con il seguente ODG:

– Presentazione degli aspiranti candidati della Circoscrizione 2

– Discussione libera con moderatore

Potrai conoscere e interrogare le persone proposte dal nostro territorio per le candidature alla Camera dei Deputati ed al Senato della Repubblica.
Le elezioni del 2018 sono vicine, conosci il tuo futuribile portavoce.

Partecipate numerosi

Vi aspettiamo

Roberto

ACQUA PUBBLICA

Martedi 27 da noi in circoscrizione si discute di Acqua Pubblica, partecipiamo ai lavori…..

Nonostante il mainstream il MoVimento si muove verso gli obbiettivi del suo programma.

Newsletter n. 105 – 25 Giugno 2017 – Edizione Straordinaria

DELIBERA DI TRASFORMAZIONE SMAT:

INCONTRI DI APPROFONDIMENTO  

Lunedi 26 giugno ore 21 in Via Ormea 121 Torino

nei giorni a seguire la delibera sarà presentata e discussa nelle sedi di Circoscrizione in base all’elenco sotto riportato

La delibera  sarà discussa nelle sedi circoscrizionali in base al seguente calendario:

Circoscrizione 4 – lunedi 26 Giugno ore 20,30 .  Via Servais 5

Circoscrizione 2 – martedi 27 giugno ore 18 presso Cascina Giaione Via Guido Reni 102

Circoscrizione 1 – mercoledi 28 Giugno 2017 ore 18 Via Bertolotti 10

Circoscrizione  5 – giovedi 29 Giugno 2017 ore 18 – Via Stradella 192

Circoscrizione 7 – giovedi 29 Giugno ore 18 – C-so Vercelli 15

 

La voce del Cartone

Questa sera, 25 maggio 2017, si è tenuto il consiglio in Circoscrizione 2 che prevedeva la discussione di un Ordine del Giorno per la riscrittura del decentramento sottoscritta da tutti i consiglieri di minoranza (Movimento 5 Stelle, Torino in Comune, Lista civica La Piazza, Forza Italia, Direzione Italia, Lista civica Federalista).

Il nostro gruppo politico insieme agli altri consiglieri di minoranza ha approfittato della presentazione di questo Ordine del Giorno per fare una manifestazione in aula contro la poca trasparenza e il ruolo marginale a cui i Consiglieri circoscrizionali sono di fatto oggi relegati.

Il ruolo dei Consiglieri è si snaurato e limitato dal Regolamento del Decentramento (approvato dall’amministrazione Fassino) ma è altresì privato dei pochi poteri rimanenti dall’attuale Presidente e Giunta circoscrizionale che accentrano decisioni e potere su se stessi, senza curarsi della partecipazione.

Questa sera durante la lettura del comunicato stampa (consultabile nella foto allegata) abbiamo esposto dei cartonati con le nostre sagome a rappresentarci, perché di fatto poco cambia dall’essere presenti fisicamente.

Il Partito Democratico ha deciso di approvare l’ordine del giorno della minoranza per evitare una spaccatura interna visto che I due consiglieri dei Moderati erano disposti a votare a favore e Alcuni consiglieri del Pd erano pronti ad astenersi, ma sia chiaro che la Presidente a la giunta usano i difetti del decentramento a loro uso e consumo favorevole.

L’ordine del giorno per la riscrittura del Decentramento è passato ma non sarà di certo riscritto domani, o in una settimana o in un mese. Quello che inevce può cambiare da domani è l’atteggiamento di questa amministrazione di quartiere, che deve garantire la rappresentatività in aula di tutte le forze politiche elette democraticamente dai cittadini.

E’ passato un anno da quando la Città di Torino ha voluto lanciare un segnale forte contro questo sistema e modalità di amministrazione. Ma nonostante la sconfitta e la perdita del Comune la lezione non è stata appresa e si continua ad amministrare nel medesimo modo nelle Circoscrizioni, ancora a maggioranza PD.

Se una collaborazione delle parti non sarà possibile, se le mozioni che presenteremo (uno dei pochi strumenti che abbiamo) continueranno ad essere bocciate senza essere analizzate nel merito oppure sottoposte alla logica degli schieramenti, se la Circoscrizione 2 continuerà a non rilasciare Pareri al Comune di Torino, se si continuerà ad azzerare il dibattito, ad elargire contributi alle associazioni senza tenere conto delle perplessità esposte dalle altre forze politiche, se non si elaboreranno documenti condivisi e se non si comunicheranno le iniziative comunali sul territorio anche alla minoranza noi continueremo nella nostra protesta fin quando non si arriverà alla caduta di questa amministrazione Circoscrizionale.

Augurandoci un cambiamento,

i consiglieri del Movimento 5 Stelle

EVENTO TRASPORTI IN CIRCOSCRIZIONE

Abbiamo realizzato un evento sui trasporti in circoscrizione, con la collaborazione di molte persone, consiglieri e tecnici del settore.

In un ottica di massima trasparenza che ci distingue e per non lasciare indietro chi non ha potuto partecipare, potete guardare l’evento su you tube semplicemente cliccando su questo Link   oppure direttamente sull’immagine sotto.

La serata organizzata dagli attivisti della “2” è stata un successo inatteso. Pur considerando la Location non agevolmente accessibile, ed alquanto periferica, a dover di cronaca possiamo favorevolmente riportare notizia della cospicua partecipazione e dell’alta qualità degli interventi/argomenti proposti in sede di dibattito dai cittadini. Continua a leggere