Archivi autore: Daniele Muo'

Incontro pubblico con l’assessore Unia sulla ciclopista di via Plava

L’incontro di questa sera, organizzato dall’Assessorato all’ambiente sul tema della costruzione del proseguimento della ciclopista di via Plava, è stato partecipato dai cittadini che sono venuti in via Negarville a parlare liberamente con l’assessore Alberto Unia.

Presenti anche gli uffici deputati alla realizzazione dell’opera, che hanno risposto alle molte domande e perplessità dei partecipanti.

L’Assemblea si è svolta con un buon clima, molti hanno plaudito alla costruzione della pista, altri hanno mosso qualche critica per la nuova distribuzione dei parcheggi e soprattutto per la necessità di avere un controllo più serrato delle forze dell’ordine.

Sono arrivati anche alcuni suggerimenti per quanto riguarda il percorso dei mezzi pubblici, sull’eventualità di pedonalizzare piazzetta Jona davanti alle scuole e istituire una zona di disco orario nella piazza della chiesa per avere un ricambio più frequente delle auto in sosta.

Siamo fieri di avere assessori e la sindaca che incontrano i cittadini e organizzano queste serate anche su temi divisivi, saper ascoltare è fondamentale per fare bene.

 

Gruppo consiliare M5S circoscrizione 2

 

Sala polivalente via Negarville

GIOVEDÌ 21 SETTEMBRE ALLE ORE 21, INCONTRO PUBBLICO CICLOPISTA VIA PLAVA

GIOVEDÌ 21 SETTEMBRE ALLE ORE 21, presso la sala polivalente di via Negarville 30/2a

Visto che dalla circoscrizione 2 non arriva nessun seguito e segnale di interesse sul tema, dopo la commissione comunale e quella richiesta in circoscrizione prima delle vacanze, ci sarà un incontro pubblico organizzato dall’assessorato all’ambiente nel corso del quale saranno illustrati i lavori previsti per la realizzazione della nuova pista ciclabile di via Anselmetti e via Plava.

Sarà presente l’assessore al verde Alberto Unia e gli uffici tecnici della città.

 

Consiglio circoscrizionale URGENTE.. Per chi?

Dopo 4 mesi dall’ultima delibera in circoscrizione 2, dopo 3 consigli consecutivi saltati per mancanza di numero legale, dopo aver finito i lavori pre-vacanzieri prima delle altre circoscrizioni e averli ripresi dopo, la presidente oggi ha convocato il consiglio circoscrizionale in modo URGENTE per DOMANI alle 19:50.
Premesso che visto l’ordine del giorno IDENTICO all’ultimo pre-vacanze c’era tutto il tempo di convocarlo la scorsa settimana, perchè utilizzare la modalità DI URGENZA?
QUALI SONO LE COMPROVATE MOTIVAZIONI DELL’URGENZA?
Ma poi se il ritrovo del consiglio è stato stabilito dalla capigruppo nel giorno di giovedì, PERCHE’ DI MERCOLEDI? E poi, se si era deciso e sempre rispettato l’orario delle 18, max 18:30, PERCHE’ ALLE 8 MENO DIECI?
Convocare un consiglio a quell’ora con ben 11 punti all’ordine del giorno e 9 documenti da discutere e votare (6 delibere, 2 mozioni e 1 odg) non è il preludio ad una fine anticipata?
Forse la presidente mira solo a CONQUISTARE una delibera così da INTERROMPERE LA SEQUENZA DI GIORNI DI INATTIVITA’ PER NON INCORRERE IN SANZIONI DA PARTE DEL COMUNE?
Quella parte di maggioranza che fin’ora le ha dato battaglia con le assenze, questa volta TERRA’ IL NUMERO LEGALE IN CAMBIO DI QUALCHE FAVORE O SEGGIOLA ALL’INTERNO DELLA GIUNTA?
Noi come al solito NON CI STIAMO a questo comportamento da VECCHIA REPUBBLICA che pensa alle POLTRONE al posto del TERRITORIO e dei CITTADINI.

Senza parere, di nuovo

Ieri, giovedi 6 luglio 2017, si è tenuto il consiglio della Circoscrizione 2 nella sede di Mirafiori. L’ordine del giorno era composto da due interpellanze, il parere sulla delibera comunale che finalmente trasformerà smat in azienda di diritto pubblico e un ordine del giorno firmato dalla minoranza per chiedere la votazione delle delibere di concessione in consiglio.
Le due interpellanze si sono svolte normalmente, subito prima dell’aperura del consiglio ci sono state delle comunicazioni della presidente e poi di altri consiglieri, tra cui la nostra Rita Grimaudo, che sono sfociate in schermaglie a proposito delle commissioni svolte nei giorni precedenti, doppie convocazioni che in realtà erano una il proseguimento dell’altra e la commissione di mercoledì in cui si distribuivano più di 79.000 euro ma i cui gli allegati erano stati inviati poche ore prima.
Dopo l’appello si è iniziato a parlare del parere sulla trasformazione di smat, sempre la nostra consigliera Grimaudo ha elencato punto per punto la non fondatezza del parere contrario della maggioranza, smontando tutta la tesi per cui ora smat spa sia come un’azienda con fini pubblici.
La cosa divertente è che nel 2013 le circoscrizioni 2 e 10 avevano già discusso un parere identico che però non era sfociato nella trasformazione; ebbene questo parere era positivo.
Ci siamo chiesti come fosse possibile che la metà dei consiglieri che erano presenti nel 2013 avessero votato positivamente alla trasformazione, tra cui la presidente, mentre ora si dichiaravano completamente contrari, forse solo perche il proponente non è più il loro partito?
Ciliegina sulla torta, per l’ennesima volta la circoscrizione 2 non ha palesato un parere perché poco dopo è caduto il numero legale per mancanza della maggioranza e si è chiuso il consiglio senza arrivare a votazione.

Il parere del ponte lungo

Oggi 13 aprile alle 18:30 si è tenuto il consiglio circoscrizionale con un solo punto all’ordine del giorno: “Parere sul bilancio di previsione finanziario 2017-2019”.

Per il Comune di Torino era presente l’assessore al Bilancio Rolando, c’era qualche cittadino incuriosito, e tutta la minoranza era presente. Ma la maggioranza…. Continua a leggere

Fondazione DARE (indietro)

Questa sera siamo il Consiglio della Circoscrizione è terminato alle ore 22:00.

Sono state discusse molte interpellanze tra cui quella presentata dal Gruppo Consiliare del M5S che, come oggetto, chiedeva conto delle delibere di Giunta mai comunicate. L’interpellanza è stata presentata più di un mese fa, ma sembra che si aspettino 30 giorni, o più, per mettere le richieste della minoranza nell’ordine del giorno…
Il punto forte della serata è stata la mozione sottoscritta da tutta la minoranza e presentata dal consigliere Bossuto per la revoca degli spazi, la richiesta di risarcimento, nei confronti della “Fondazione DARE” che opera da tempo nella circoscrizione 2, prendendo molti soldi pubblici ma con progetti falliti da anni, documenti mai presentati, canoni mai restituiti e bollette mai pagate.

Continua a leggere

Il LIDL traslocato

Ieri, 28 NOVEMBRE 2016, nella sede di Mirafiori, il vicesindaco e assessore all’urbanistica Montanari è venuto a illustrarci il progetto del nuovo insediamento LIDL nella nostra circoscrizione; fortunatamente la scelta del movimento 5 stelle è quella di far partecipare le circoscrizioni e non come in passato in cui i progetti venivano mostrati solo al loro compimento senza la condivisione col territorio.
Ci sono state alcune critiche da consiglieri e da cittadini per il fatto che in campagna elettorale il movimento 5 stelle si era schierato contro l’apertura di nuovi centri commerciali; potremmo ora disquisire sulle terminologie, piccola, media distribuzione contro supermercati o ipermercati (come l’Esselunga di corso Traiano o l’ipercoop di Beinasco), ma sarebbe una presa in giro.
É vero, un LIDL prenderà il posto dell’edificio abbandonato (ex stamperia AGES) situato in via Pio VII angolo corso Traiano, ma non sarà aggiunto ai distributori commerciali esistenti perché si tratterà del trasloco dell’esistente di via Palma di Cesnola a pochi metri che si sposterà in questa struttura poco più grande.
La grandezza è un fatto molto importante in questo progetto, per la legge 106 (decreto sviluppo, lo stesso usato per l’abbattimento del bowling di Mirafiori a favore del Mercató) il supermercato poteva arrivare a 4000mq di superficie commerciale ma contrattando con il comune si è arrivati alla metà, lasciando più spazio al pubblico; la copertura sarà in parte dotata di pannelli fotovoltaici e per la restante di manto erboso. La proprietà investirà 850.000€ in oneri risistemando le ciclabili, i marciapiedi, i semafori, e la provvederà alla messa in ordine della strada adiacente Basse di Lingotto che non era provvista ne di illuminazione ne di asfaltatura.

Lidl corso Traiano

Lidl corso Traiano

Si, ma si tratta sempre di un supermercato… Esatto, ed è collegato col grosso problema che si trova ad affrontare l’amministrazione, il bilancio comunale 2016! Purtroppo queste delibere, partite dalla precedente amministrazione e non contrastabili se non con la perdita di oneri e il pagamento di penali, sono già state inserite nel bilancio 2016; tra l’altro solo a fine anno sapremo quanto sia corrispondente a quanto detto dai vecchi inquilini del comune riguardante il debito della città, ci aspettiamo putroppo un grosso buco.
C’erano alternative? Non lo so, ma quando si vede che l’assessore al bilancio Rolando ritratta quasi quotidianamente mutui contratti dalla città e con semplicità esce dalla banca con la rata dimezzata, ci fa capire che forse chi ha amministrato precedentemente non l’ha fatto da “buon padre di famiglia”.
Poi c’è stata una piccola polemica sul fatto che la commissione fosse avvenuta prima nella circoscrizione 8 (l’esatta zona dove sorgerà l’edificio è nell’angolo del confine tra la circoscrizione 2 e 8), la portata del LIDL sarà a metà tra i due quartieri e forse sarebbe stato corretto convocare una sola commissione congiunta ma si è preferito fare polemica sui soldi spesi per i gettoni di presenza; a breve avremo due commissioni su car sharing privati, abbiamo proposto di accorparle o eliminarle per risparmiare il doppio dei soldi “persi” ma non sappiamo se il vicepresidente della nostra circoscrizione vorrà farlo.

Inopportuno: La Fondazione e la palestra PD

Inopportuno agg. [dal lat. tardo inopportunis, comp. di in2 e opportunus «opportuno»]. – Non opportuno, non conveniente a un momento, a una situazione particolare. Anche riferito a persona, che si dimostra priva del senso di opportunità, di discrezione, o che agisce in modo intempestivo.

 

Alcuni cittadini ci hanno fatto notare un evento che si terrà la prossima settimana, sabato 5 novembre 2016, nella zona di Mirafiori; questo evento si terrà nel pomeriggio e raggrupperà alcuni progetti patrocinati dalla circoscrizione 2, Fondazione della comunità di Mirafiori ONLUS, Miramap, Mirafiori Social Green, e il Comitato Mirafiori Borgata.

La Fondazione Mirafiori onlus (dal loro sito) raccoglie fondi pubblici e privati per contribuire a migliorare dal punto di vista ambientale e sociale il quartiere di Mirafiori, sostenere i processi di trasformazione avviati, accrescere l’uguaglianza di accesso alle opportunità dei suoi abitanti, prediligendo modalità di intervento che coinvolgono attivamente i destinatari; (…) Eroga annualmente stanziamenti per servizi e progettualità sul territorio; (…) Promuove politiche di sviluppo locale del quartiere, anche attraverso le attività realizzate dalla Casa nel Parco.

La Fondazione Mirafiori intercetta fondi dal comune, dalla circoscrizione e dalle donazioni dei privati per poi finanziare attività come appunto Miramap (sito web di segnalazioni sul territorio) e Mirafiori Social Green (12 associazioni per l’educazione ambientale e la promozione della produzione alimentare). Essendo molto attiva sul territorio, negli ultimi anni la fondazione ha ricevuto dal comune e soprattutto dalla circoscrizione ex10 contributi per circa 118.000€ e ne ha erogati, dai dati sul proprio sito, quasi 600.000€.

L’evento segnalato, promosso e sponsorizzato dalla Fondazione (nel cui direttivo sono presenti la Compagnia S.Paolo, il Comune e  la Circoscrizione 2) e dai progetti patrocinati dalla circoscrizione, non avverrà in un locale circoscrizionale, non in un locale della fondazione, bensì nella palestra di proprietà dell’attuale capogruppo PD in circoscrizione 2.

Una istituzione come la Fondazione, a cui la circoscrizione eroga ogni anno contributi, è lecito che presti il fianco per queste attività che, avranno anche tra gli scopi quello divulgativo della storia di Mirafiori, ma serviranno a dare visibilità ad una attività privata e a scopo di lucro a gestione famigliare del capogruppo del Partito Democratico? 

Non si poteva utilizzare uno dei tanti spazi della circoscrizone 2 o uno fra quelli promossi dalla Fondazione come la Casa Nel Parco?

Non sarà illecito, ma sicuramente inopportuno.

Delibera spazi sportivi: ai cittadini ci pensa l’opposizione

Ormai prossimi al mese di ottobre, con la stagione sportiva già iniziata, è finalmente stata votata in Consiglio della Circoscrizione 2 la delibera sulla assegnazione degli spazi sportivi.

Il ritardo sulla tabella di marcia è da imputare alla falsa partenza della costituzione della circoscrizione 2 a causa di beghe all’interno della pur nutrita maggioranza, e al protrarsi di queste incertezze fino ai giorni nostri condite da un regolamento del decentramento scritto in modo confusionario dalla vecchia giunta comunale.

Pur con una convocazione d’urgenza con sole 24 ore di anticipo, per la seconda volta e in modo irresponsabile, la maggioranza PD si è presentata con molte defezioni e quindi senza la possibilità di mantenere il numero legale, le opposizioni invece erano tutte presenti.

Noi come gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle circoscrizione 2 abbiamo chiesto una mediazione sugli emendamenti di merito che sono stati presentati delle opposizioni e dopo una lunga discussione sono stati prodotti 2 emendamenti che aumentano i controlli sulle assegnazioni esistenti e che richiedono nuovamente gli spazi per il futuro.

In modo responsabile il Movimento 5 Stelle, pur avendo avuto il proprio emendamento bocciato dalla maggioranza -una modifica della delibera che favoriva l’inserimento di nuove associazioni del territorio- ha deciso di non far cadere il numero legale e di dare la possibilità alle associazioni e alle scuole di avere finalmente le assegnazioni degli spazi richiesti.

Ci aspettiamo che in futuro la maggioranza prenda atto della volontà del Movimento 5 Stelle di procedere per il bene della Circoscrizione e dei cittadini, senza fare ostruzionismo a prescindere ,e che  consideri, con la giusta attenzione, le proposte del nostro gruppo.

Gruppo MoVimento 5 Stelle Circoscrizione 2 Torino