La Sindaca a Mirafiori per la rigenerazione delle periferie torinesi

Questa sera, la sindaca Appendino e gran parte della giunta comunale, hanno scelto la circoscrizione 2, e più precisamente Mirafiori, per iniziare una serie di incontri atti ad informare la cittadinanza su quello che succederà sul territorio nei prossimi mesi, le azioni di AxTo, di Azione45 e di CoCity.

AxTO: questa estate la Città ha partecipato, con una gara contro al tempo, ad un bando governativo per poter accedere a un finanziamento di 18 milioni di euro e avviare così, con un budget complessivo di 41 milioni di euro tra investimenti pubblici e privati, una profonda trasformazione del territorio urbano. A gennaio 2017, Il progetto AxTo – Azioni per le periferie torinesi, si è classificato all’ottavo posto su 121 presentati, e ha ottenuto il finanziamento di tutti i 18 milioni di euro per i 44 interventi pensati per riqualificare e rilanciare le periferie. Le azioni previste dal piano sono 44, suddivise in cinque assi: spazio pubblicocasalavoro e commercioscuola e culturacomunità e partecipazione.

Nelle azioni sono contenuti molti interventi sul nostro territorio:

Manutenzione straordinaria delle scuole Via Lanfranco, 2 • Via Monastir, 17/9 • Via Torrazza Piemonte, 10 • Via Isler, 15 • Piazza Guala, 140 • Strada Castello di Mirafiori, 45 • Via Pisacane, 71

Manutenzione straordinaria sulle pavimentazioni stradali e pedonali • Via Pertinace / Via Dandolo• Corso Tazzoli, marciapiede lato Nord a tratti • Corso Tazzoli, carreggiata lato Nord a tratti • Via d’Arborea • Via Roveda 29 • Via Roveda 37 • Via Plava 73/a • Via Vallarsa tratto Monte Sei Busi – Monteponi • Via Monte Sei Busi tratto Vallarsa – Pola • Via Artom rotonda int. Candiolo Lato Ovest • Via Artom rotonda int. Candiolo Lato Ovest • Via Plava tra Via Anselminetti e Negarville • Via Plava SUD 107 – Faccioli • Via Plava NORD 107 – Faccioli

Riqualificazione spazi residuali (restituire agli abitanti dei luoghi pubblici  riqualificati con nuove attrezzature e nuovi arredi) ZONA NEGARVILLE – via Roveda / via Negarville, complesso polifunzionale comprendente Poste, uffici pubblici, area studenti, attività commerciali e mercato coperto

Manutenzione Straordinaria dei mercati rionali cittadini (pavimenatazione e raccolta acque) • Mercato di Via Pavese

Manutenzione straordinaria dei Mercati Coperti • mercato Via Plava/Negarville, ripristino dell’area sottostante la tettoia, che potrà essere “restituita” al quartiere non solo per l’attività commerciale quotidiana ma anche per promuovere altre attività per la
cittadinanza.

Manutenzione straordinaria presidî per assistenza, benefi cenza pubblica e servizi alla persona • via San Marino 10

Rinnovo delle aree gioco bambini e manutenzione e miglioramento alberate • aree gioco via Morandi, via Farinelli, strada delle Cacce

Messa a norma, opere di restauro ed interventi di conservazione. Mausoleo della Bela Rosin (miglioria del sistema di illuminazione generale del parco -LED, nonché il sistema di sicurezza con impiego di telecamere e altri sistemi integrati di allarme)

Ampliamento servizio di bike sharing • corso Settembrini/strada della Manta • corso Orbassano /v. Settembrini • corso Tazzoli/Siracusa

Manutenzione Straordinaria unità abitative Agenzia Territoriale per la Casa (ATC) • Via Carlo del Prete nn.41, 45, 65; • Via Giacomo Dina nn. 32 38, 40, 46, 52, 54, 56, 64;

Dal Demanio Statale all’Emergenza Abitativa: Alloggi in periferia • Via Farinelli 22-24-26

Centro Lavoro Torino in Via Carlo del Prete 79 a Mirafi ori Nord, ed è rivolto a tutti i cittadini torinesi in cerca di opportunità lavorative e formative.

Potenziamento delle prestazioni e dei servizi educativi per l’inclusione sociale • Via Negarville 30/6 • Piazzetta L. Jona 5 • Via Lanfranco 2 • Strada Castello Di Mirafi ori 45

MiraMap – Segnala. Collabora. Progetta.

Case del quartiere • Casa nel Parco, Via Panetti 1, Via Artom (Parco Colonnetti); • Cascina Roccafranca, Via Rubino 14;

Centro per le famiglie Mirafi ori Nord – Alloggio 4

Sistema di videosorveglianza integrata per motivi di sicurezza urbana • Via Roveda / via Anselmetti

Nel link si possono vedere la dislocazione delle azioni sul territorio e cliccando si può avere una descrizione dell’intervento: https://www.google.com/maps/d/viewer?mid=1A2xsQ_U1nBopItnUKJ2vuDqVtw4&ll=45.031017120237486%2C7.64755127945557&z=14

 

 

 

Azione45: prevede l’individuazione da parte delle Circoscrizioni di uno o più luoghi dai quali partire per innescare nuovi processi di rigenerazione urbana: quartieri che hanno la necessità di lavori di riqualificazione sia materiale (spazi pubblici come aree libere, aree verdi, altre aree pubbliche), sia socio-culturale, dove individuare ipotesi di lavoro sulle iniziative da intraprendere come animazione, inclusione sociale, attrazione di attività economiche e innovazione. Alla fine dell’iter progettuale, lo scopo ultimo è quello di investire in “cittadinanza attiva” che, tramite l’adozione del Regolamento dei Beni Comuni (Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura, la gestione condivisa e la rigenerazione dei beni comuni urbani), si adopererà in prima persona per la riuscita del progetto.

La giunta della circoscrizione 2 ha scelto il Giardino Morvillo di Via Ricaldone angolo Via Tripoli, che, tra l’altro, ospita  già un orto urbano condiviso curato dal Circolo per la Decrescita Felice di Torino.

 

Cocity: la Città di Torino è una delle 18 vincitrici del primo bando Europeo Urban Innovative Actions (UIA), con un finanziamento di 4,1 milioni di euro al progetto CO-CITY, realizzato dagli uffici della Città in partenariato con Università di Torino, ANCI e Fondazione Cascina Roccafranca. Anche questo progetto fonda le sue radici nel Regolamento Dei Beni Comuni, e prevede la riqualificazione di beni immobili e spazi pubblici in condizioni di degrado attraverso la stipula di patti di collaborazione tra l’Amministrazione e i cittadini attivi (terzo settore e gruppi informali), come strumento di lotta alla povertà e al degrado nelle aree più fragili della città. Le Case del Quartiere, guidate dalla Fondazione Cascina Roccafranca, saranno alla base della costituzione di una rete cittadina in grado di raccogliere istanze e progettualità, ma anche di accompagnare i processi di community building, innovazione sociale e produzione collettiva di welfare urbano a partire dalla gestione condivisa dei beni comuni. L’Università di Torino fornirà gli strumenti per la gestione di politiche di rigenerazione urbana a partire dalla gestione condivisa dei beni comuni come l’utilizzo della piattaforma FirstLife. La Città di Torino, che coordina l’intera realizzazione del progetto, metterà a disposizione le aree e gli edifici pubblici che verranno individuati nel corso della fase di progettazione, curerà il processo di definizione dei patti di collaborazione tra cittadini attivi e amministrazione e garantirà gli investimenti economici necessari all’avvio della riqualificazione e allo sviluppo di imprese di comunità e di strumenti di inclusione sociale e sostegno al reddito.

A breve, è stato detto durante l’assemblea pubblica, verrà pubblicato il bando con la descrizione dettagliata di come poter sottoporre la propria idea di collaborazione con la città e successiva adozione di un bene comune. Per ora, dal comune è stato individuato come possibile spazio il VOV102 di Via Onorato Vigliano, mentre dalla giunta dalla circoscrizone due, è stata segnalata l’area del centro per le famiglie “Alloggio 4” di via Scarsellini entrata poi nel bando AxTO.

Un pensiero su “La Sindaca a Mirafiori per la rigenerazione delle periferie torinesi

  1. Giorgio

    Condivido l’idea.
    Mi chiedo se ci possa essere una collaborazione tra associazione commercianti di via e circoscrizione nel determinare obbiettivi per il bene della collettività da raggiungere.
    Qualora questo sia possibile sarei lieto di poter interloquire con chi di competenza.
    Cordiali saluti
    Giorgio Aruga

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *