TAVOLO WIFI- 30 nuovi hotspot

In Circoscrizione 2 sono state consegnate 30 antenne Wi-Fi del progetto FreeTorinoWIFI, un progetto che prevede l’estensione della linea wifi gratuita per i cittadini iscritti a “sistema Piemonte” o “Torino facile” o “freeItaliaWifi”. La registrazione a questi siti è gratuita, permette di autenticarsi quando ci si collega e di usufruire gratuitamente del wifi.

A gennaio era stata convocata una commissione sul tema con l’obiettivo di istituire un tavolo di lavoro, ufficializzato successivamente nel mese di febbraio.

Agli incontri hanno partecipato 3 consiglieri di maggioranza (PD), i tre coordinatori delle commissioni di quartiere (PD), il coordinatore della IV commissione (PD) e 3 consiglieri di minoranza (LEGA, LA PIAZZA, MOVIMENTO 5 STELLE).

Io ho avuto il piacere di rappresentare il Movimento 5 stelle e, con l’occasione, abbiamo sostenere le nostre idee coerentemente con le linee guida del nostro programma elettorale.Queste 30 antenne wifi andavano quindi distribuite sul territorio e durante il primo incontro emersero visioni diverse, poche linee guida e criteri aleatori, che andavano dal “dividere la circoscrizione in 30 quadratini e mettere un’antenna al centro di ognuno di questi” al “darle ai negozi di una via frequentata”.

La proposta del Movimento 5 stelle è stata quella di destinare il wifi “ai luoghi pubblici come biblioteche, asl ecc. o a luoghi pubblici di interesse pubblico e di aggregazione come piazze, parchi”.

Le antenne sono dei dispositivi che verranno assegnati gratuitamente in comodato d’uso. Questi necessitano di essere collegati ad un modem (linea) già esistente e già con un abbonamento a Internet pagato… ragion percui sarebbe stato impossibile sistemare un’antenna in una piazza o parco. Allo stesso tempo l’antenna permette a 30 utenti di collegarsi contemporaneamente ed ha una portata di 80 metri. Viene quindi esclusa l’idea di dividere il territorio perché 80 metri x 30 fanno 2400 metri. Percui non ci sarebbe la copertura di tutta l’area della circoscrizione ma risulterebbero solo punti sparsi molto lontani tra loro.

 

Per quanto riguarda i luoghi pubblici da noi proposti come biblioteche o Asl: Il pubblico può fare domanda direttamente in comune per avere delle antenne più grandi e potenti in quanto in questi luoghi si collegano solitamente più di 30 persone e quindi il segnale non funzionerebbe adeguatamente con le antenne arrivate in circoscrizione.

 

Dopo il primo incontro del tavolo siamo quindi giunti alla conclusione:

 

Saranno individuate 2 aree per ogni quartiere:

2 aree SANTA RITA, 2 aree MIRAFIORI NORD, 2 aree MIRAFIORI SUD.

Ogni area avrà a disposizione 5 antenne (10 per ogni quartiere) e dovrà essere un’area caratterizzata dall’aggregazione o di interesse pubblico.

Le antenne verranno date ai negozi che “circondano” questa area (piazza, parco ecc..) in modo che grazie alla loro ADSL tutta un’area pubblica sia coperta dal libero wifi e che chi va al parco o in una piazza possa sedersi su una panchina e usufruire del servizio.

 

Per individuare queste aree è stato lanciato un’avviso pubblico.

La costruzione dell’avviso pubblico ha caratterizzato i successivi incontri del Tavolo.

Noi come Movimento 5 stelle abbiamo contribuito alla scrittura dando numerosi suggerimenti (elaborati grazie al prezioso contributo dei cittadini della circoscrizione 2 che ringrazio!) che sono contenta di dirvi che alcuni di questi sono stati presi in considerazione.

Tra questi:

-la possibilità di poter partecipare all’avviso pubblico in forma di aggregazione spontanea di commercianti (se 5 commercianti intorno ad una piazza sono interessati possono presentare un’unica domanda per partecipare e avranno la priorità in graduatoria).

– Il vincolo della distanza di 40 metri tra un negozio ed un altro a cui verranno donate le antenne ( se la portata è 80 metri è inutile dare 2 antenne a due negozi adiacenti perché sarebbe come sprecarne una).

-Il limite della connessione 20Mbite/s (se un negozio offre una connessione non abbastanza potente il servizio risulterà inutile perché la linea non reggerà 30 collegamenti e cadrà in continuazione).

– Introdurre un minimo di garanzia del servizio ( Abbiamo chiesto 24h ore al giorno per 365 giorni l’anno come requisito per poter avere l’antenna ma la maggioranza ha messo come requisito 4 giorni a settimana, 8 ore al giorno, che è già qualcosa)

 

– ISTITUZIONE DI UNA GRADUATORIA TRASPARENTE dove verranno tenuti in considerazione: Se il luogo è aggregativo, se la richiesta è mandata in forma aggregata, tipologia di connessione ecc..

Oggi l’avviso pubblico è partito e tutti i privati che vogliono posso partecipare scaricando i documenti dal sito della Circoscrizione, i vantaggi saranno la Vetrofania e la visibiltà sul sito circoscrizionale come aderenti al progetto.

 

Una volta ricevute le domande dell’avviso pubblico il tavolo wifi si riunirà nuovamente per elaborare la graduatoria ed individuare i soggetti che rispettano i criteri per avere a disposizione le antenne.

 

Ringrazio chi ha collaborato con noi !

MARICA

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *