Terzo appuntamento del consiglio di circoscrizione

Il giorno 25 luglio 2016, si è tenuto il terzo consiglio della Circoscrizione 2.

A differenza di quanto avvenuto nelle due precedenti sessioni, l’incontro è stato organizzato presso la sede della Ex Circoscrizione 10, in strada Castello di Mirafiori, luogo nel quale ha presenziato, negli ultimi 5 anni, il consigliere del Movimento Luigi D’Alberti.

Possiamo dire di aver provato una certa emozione ed orgoglio nell’ occupare il posto da lui lasciato.

All’ ordine del giorno sono state poste all’esame ed al voto due delibere.

La prima sulla nomina dei capigruppo e la seconda sulla composizione delle commissioni permanenti.

22 i consiglierei presenti su totale di 25.

La votazione dei capigruppo è passata all’unanimità: la delibera specifica inoltre che i capigruppo potranno cambiare nel corso della legislatura senza ulteriore voto di conferma.

Nella seconda votazione si decideva per la composizione delle 4 commissioni permanenti, cioè i consiglieri iscritti alle commissioni e i cittadini che a ieri avevano compilato il modulo per l’iscrizione (per chi non l’avesse fatto è presente il modulo in un post precedente).

Nelle sedute precedenti del consiglio abbiamo ripetutamente, e con forza, contestato la scelta dei candidati coordinatori delle commissioni in quanto priva delle quota femminile, per pari opportunità,  così come invece prescritto dall’articolo 58 dello statuto della città di Torino.

La 2 è quindi l’unico caso di Circoscrizione in Torino la cui giunta è costituita dalla solo presenza maschile.

Non abbiamo votato a favore perché non eravamo d’accordo nella scelta dei candidati coordinatori; non abbiamo votato contro perché abbiamo ritenuto indispensabile la costituzione delle commissioni il quale ruolo è fondamentale nell’ammistrazione ordinaria e straordinaria della circoscrizione,  per rispetto di quei cittadini che, iscrivendosi, si sono resi disponibili nel tempo e nelle risorse e perchè il ritardo cumulato è diventato palesemente significativo.

Forse abbiamo sbagliato a non ribadire, anche in questa seduta e per la terza volta consecutiva, le motiivazioni già dichiarate e sopra riportate.

In questo contesto il cittadino Antonio Deiana -ex consigliere della circoscrizione 10- ha chiesto la parola, anche se ciò non è previsto dal regolamento, per interrogarci sulle motivazioni del nostro voto.

La presidente non ha dato la possibilità di replica al nostro gruppo perché fuori regolamento a fine consiglio.

Al termine del consiglio abbiamo avuto cura di dettagliare al cittadino, che non aveva presenziato ai consigli precedenti, le motivazione della nostra scelta..

Un punto però più politicamente rilevante deriva dal risultato della votazione nella sua interezza: 16 favorevoli, 5 astenuti e 1 contrario. La presidente ha pronunciato a voce alta i nomi degli astenuti ma non abbiamo sentito il nome del voto contrario (Morra – lega nord).

Il movimento 5 stelle ha a cuore la partecipazione dei cittadini perché è formato da cittadini, ed è sempre disponibile al confronto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *