29-06-2016 – Incontro con il team MIRAMAP alla casa nel parco – via Panetti 1

Logo-Finale-copy29-06-2016 – Incontro con il team MIRAMAP alla casa nel parco – via Panetti 1

M5S della Circ. 2 ha partecipato all’incontro di presentazione e approfondimento di MIRAMAP, uno strumento predisposto dagli studenti del Politecnico per la collaborazione tra cittadini e l’amministrazione. Lo strumento consente ai cittadini di comunicare ed inviare alla circoscrizione le problematiche del territorio. Nel seguito il resoconto dell’incontro.

Francesca De Filippi, docente di Tecnologia dell’Architettura e Ricercatrice presso il Politecnico di Torino e consigliere della Fondazione Mirafiori, Cristina Coscia docente di Ingegneria civile e Architettura e Ricercatrice presso il Politecnico di Torino, Anna Cantini Ricercatrice, Roberta Guido PIanificazione Urbana, Carlo Salaroglio Ricercatore al dipertimento di informatica del Politecnico di Torino, Costanza Canuto e Giada Arduino studentesse, illustrano il progetto “MIRAMAP, SEGNALA, COLLABORA, PROGETTA” che si inserisce in quello più ampio di Torino SmartCity e si appoggia sul concetto di base al “regolamento sulla gestione condivisa” approvato in comune, cioè la possibilità per i cittadini di aggregarsi e prendersi cura di spazi urbani collaborando col comune.

Il progetto era prima intitolato “Crowdmapping Mirafiori Sud” ed ha vinto un prestigioso riconoscimento nel 2014, il Social Innovation Research Prize, progetto europeo SiforAGE che intende promuovere una società più inclusiva.

Si tratta di avere una piattaforma condivisa tra amministrazione e cittadini per la segnalazione di problemi geolocalizzandoli sulla mappa territoriale e, con una successiva implementazione, la possibilità di suggerire una soluzione o un progetto.

Per lo sviluppo del progetto sono intervenuti la Fondazione Mirafiori con i fondi e la circoscrizione con la possibilità di unire le segnalazioni sul sito e la burocrazia degli uffici e lo SPORTELLO PIU’Sportello Sicurezza e Qualità della Vita.

Come funziona: bisogna andare sul sito www.miramap.it, registrarsi con nome, cognome e mail valida, scorrere la mappa fino al punto in cui si desidera segnalare il problema (o la soluzione), si sceglie la categoria, e si inserisce un “marker” che passa da rosso (segnalazione inserita) a giallo (segnalazione presa in carico) a verde (segnalazione risolta); tutte le segnalazioni arrivano in circoscrizione tramite mail a seconda dell’ufficio preposto, vengono catalogate e protocollate.

Quando si guarda la mappa si può notare a seconda del livello di zoom dei cerchi più o meno grandi che rappresentano l’insieme delle segnalazioni, dando così un polso sulla localizzazione dei maggiori problemi sul territorio; all’interno di ogni segnalazione c’è un tasto “segui” che permette di non ripetere una segnalazione ma di rinforzare il sentore del problema. In basso si trova una “linea del tempo” con la cronologia dei problemi passati risolti.

E’ stato fatto un gran lavoro per allineare le funzioni del sito con il le procedure dei funzionari negli uffici della circoscrizione e per fare in modo che tutte le segnalazioni avessero una risposta in tempo (max 30 giorni).

Era presente Vincenzo Camarda (PD) che ha suggerito di aggiungere la promozione delle attività svolte sul territorio e l’ordine di pericolosità delle segnalazioni. E’ stato risposto che le attività sul territorio possono essere inserite in altre tipologie di mappe dedicate (sulla piattaforma FIRSTLIFE SOCIAL NETWORK CIVICO, focalizzato sulla scala cittadina) e che la pericolosità è decisa da chi colleziona le segnalazioni.

Il cittadino Locantore Giovanni dice che è importante segnalare gli spazi abbandonati che possono essere convertiti in spazi per giovani o per fini commerciali.

Una cittadina vorrebbe l’allargamento del progetto a tutta la città. E’ stato risposto che ora è solo su mirafiori e settato per funzionare sulla circoscrizione, ma il sistema è scalabile fino alla città metropolitana come da protocollo di intesa sottoscritto col comune di Torino dalla Fondazione Mirafiori e Miramap.

Un cittadino dice che è importante utilizzare lo strumento e promuoverlo il più possibile.

Andrea, educatore nella coperativa sociale GINEPRODUE dice che sarebbe uno strumento ottimo per far conoscere le iniziative delle associazioni del territorio.

Roberta Molinar di “ESSERE ANZIANI A MIRAFIORI SUD”, associazione CentroX100, segnala la difficoltà per gli anziani di effettuare le segnalazioni con strumenti informatici senza l’accesso digitale e ribadisce l’importanza degli anziani come risorsa perchè dispongono di molto tempo libero e conoscono bene il territorio. Come risposta si segnala che sono possibili le segnalazioni guidate e che verranno organizzate delle “passeggiate” sul territorio per andare a cercare i punti da segnalare e nel frattempo far conoscere il quartiere ai ragazzi del politecnico che seguono il progetto.

La cittadina Giovanna, presente dall’inizio del progetto, si complimenta con il team e loda lo strumento presentato.

Al mio turno mi sono presentato (Daniele Muo’) come cittadino della circoscrizione, ex studente del departimento di architettura e design del politecnico e nuovo consigliere dato che quando Camarda è andato via i cittadini si son lamentati della mancanza delle istituzioni. Ho esposto il mio favore al progetto perchè in linea con i principi di democrazia diretta e bilancio partecipato, ed ho proposto di utilizzare il tasto “segui” per fare una classifica delle migliori proposte; queste potrebbero essere votate dai cittadini della circoscrizione per assegnare la parte di spesa partecipata. Mi hanno detto che potrebbe in futuro essere integrato a bordo del sito il “bilancio trasparente” per vedere dove vanno a finire le spese della circoscrizione. Ho segnalato che in periodi di penuria di budget poteva essere utile il sito per l’assegnazione di lavori per il nostro progetto di “scambio amministrativo”, per mappare i possibili interventi dei “cantieri di lavoro” o per assegnare “l’adozione di uno spazio verde”, tutti punti presenti nel nostro programma.

Era presente all’incontro Elena Carli segretario generale della Fondazione Mirafiori

 

Link utili

http://ieeexplore.ieee.org/stamp/stamp.jsp?arnumber=7444140

http://www.miramap.it

http://www.firstlife.org/

http://www.comune.torino.it/giunta_comune/intracom/htdocs/2016/2016_01588.pdf

http://www.fondazionemirafiori.it/organi-fondazione

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *